domenica, 18 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Amazon Go, il primo supermercato senza casse
Pubblicato il 22-01-2018


amazon-go-07391-013Amazon si espande ancora e realizza il suo progetto di un supermercato senza file. Nasce Amazon Go, aperto oggi a Seattle, nel nord-ovest degli Stati Uniti, il primo supermercato senza casse di Amazon. Basta entrare, prendere quello che si vuole e uscire senza passare dalla cassa. Solo che occorre avere uno smartphone e l’applicazione collegata, che consente di identificarsi ai varchi d’ingresso del negozio con la scansione di un codice. Il tutto si registra tramite i tornelli di entrata come l’entrata in una metropolitana e come sui siti di acquisto quando il prodotto viene preso dallo scaffale, Amazon lo inserisce direttamente nel carrello (virtuale) dell’utente, dal quale sarà tolto se fosse nuovamente riposto. Le telecamere riprendono tutto lo spazio, soprattutto gli scaffali: con un sofisticato sistema di computer vision, unito a software di machine learning, permette di registrare quali siano i prodotti che il cliente ritira dallo scaffale, senza dover visionare il codice a barre. In seguito l’applicazione di Amazon Go crea il conto dei propri acquisti e carica la spesa sulla propria carta di credito, la stessa già registrata per fare gli acquisti su Amazon.
Già qualcuno ha avuto da obbiettare sui rischi occupazionali, vista la scomparsa delle casse, tuttavia il personale in questi supermercati è più che necessario, ma serve per aiutare i clienti a trovare i prodotti, assisterli in caso di problemi. Inoltre i commessi sono più che necessari, specie per riporre i materiali nei propri scaffali, se un cliente ripone un oggetto nello scaffale sbagliato il sistema potrebbe confondersi. In realtà Amazon Go serve più che altro per poter tracciare meglio i percorsi e le scelte di acquisto dei clienti.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento