lunedì, 10 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Bitcoin, qualcosa si muove sul cripto titolo
Pubblicato il 03-01-2018


BitcoinFinalmente le autorità monetarie stanno intervenendo sui Bitcoin. Non molto tempo fa, dalle pagine di questo giornale era stato sollecitato un loro intervento. L’iniziativa è partita dal governatore della Banca centrale austriaca, Ewald Nowotny, esponente di primo piano della Banca Centrale Europea. Ewald Nowotny ha definito la cripto valuta uno strumento speculativo per il riciclaggio di denaro sporco ed ha richiesto di regolamentare i bitcoin, ponendo fine all’anomimato delle transazioni e introducendo un’imposta sul valore aggiunto.

Il Governatore della Banca Centrale austriaca ha così dichiarato al quotidiano tedesco ‘Sueddeutsche Zeitung: “Si dovrebbe applicare quella che è la regola di base in ogni altra transazione finanziaria: tutti i soggetti coinvolti dovrebbero rivelare la propria identità. Abbiamo bisogno di una tassa sul valore aggiunto dei bitcoin, dal momento che non è una valuta”.

I commenti di Nowotny fanno eco a quelli di altri funzionari della BCE, che considerano la spettacolare crescita del valore del bitcoin come una bolla, piuttosto che come un segno che potrebbe renderla una concorrente digitale dell’euro utilizzato dai 19 paesi membri della moneta unica.

Il cripto titolo (impropriamente cripto valuta), definito da qualcuno ‘oro digitale’, è ormai preoccupazione per i banchieri centrali in quanto può consentire ai riciclatori di denaro di eludere le regole sempre più rigide nel sistema finanziario tradizionale.

Nowotny ha anche sottolineato: “Non è possibile che abbiamo appena deciso di smettere di stampare banconote da 500 euro per combattere il riciclaggio di denaro sporco, che abbiamo imposto regole rigide su ogni piccolo club di risparmio per poi vedere alle persone che riciclano spensieratamente denaro in in tutto il mondo con i bitcoin “.

Con le dichiarazioni del Consigliere della BCE, attorno ai Bitcoin è iniziata una nuova battaglia per la legalità contro le attività illegali ed illecite dalle caratteristiche criminose e criminogene in senso lato.

Salvatore Rondello

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento