martedì, 16 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Forlì. I socialisti e il dovere della memoria
Pubblicato il 26-01-2018


Nell’anniversario degli ottant’anni della promulgazione delle (infami) leggi razziali del 1938, i Socialisti della Federazione di Forlì, sentono il dovere della memoria soprattutto ora visti i rigurgiti del fascismo a cui assistiamo. Nel plaudere all’iniziativa del Comune di Roma che ha avviato l’iter per portare alla cancellazione dei nomi delle vie degli “scienziati” che aderirono al “manifesto della razza” (Nicola Pende, Arturo Donaggio, Edoardo Zavattari) confidano sia tolto il velo alla imbarazzante storia di Gaetano Azzariti e del “Tribunale della Razza”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento