sabato, 23 giugno 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Insieme, una lista per unire il centrosinistra
Pubblicato il 30-01-2018


apre-insieme-buona

“La lista Insieme vuole indicare una strada per il centrosinistra, una strada che oggi percepiamo come un po’ persa, ovvero unire le diverse culture politiche che hanno contribuito a costruire qualcosa di diverso nel nostro Paese. La nostra lista prende ispirazione da un leader che e’ riuscito due volte a battere la destra, Romano Prodi”. Parole del coordinatore nazionale dei Verdi tra i fondatori della Lista Insieme che unisce Verdi, socialisti e civici, Angelo Bonelli ad Ancona durante la conferenza stampa di presentazione della sua candidatura all’uninominale per il centrosinistra al Senato nel collegio di Pesaro e Urbino.

“A chi ci chiede perché siamo candidati all’uninominale con Pd – ha aggiunto – diciamo che siamo insoddisfatti delle politiche ambientali precedenti, noi vogliamo rientrare in Parlamento per portare una soluzione diversa, mettendo al centro il tema della sostenibilità. Ho detto a Renzi che il grande errore è stato quello di considerare il tema ecologico solo come tutela della biodiversità, non accorgendosi che invece l’ecologia è anche un importante strumento per rilanciare l’economia del Paese e creare posti di lavoro. Un esempio che cambierebbe fisionomia alla politica industriale. Basta pensare alle auto elettriche – ha insistito -, si potrebbe far ripartire l’economia italiana con un governo che sappia veicolare politiche strutturali per rilanciare l’industria, che puntino verso la riconversione della filiera dell’auto elettrica. È fondamentale essere competitivi con il mercato cinese che in poco tempo sarà leader del settore. Noi vogliamo portare nostre intelligenze e risorse all’interno della coalizione di centrosinistra. Con le divisioni – ha ammonito – rischiamo di consegnare il nostro paese alla destra di Salvini e Berlusconi”. Ma ci sono anche altri temi: “Ad esempio la sicurezza alimentare”, ma anche la difesa di “una legge di civiltà come quella sulle unioni civili, già eravamo indietro rispetto all’Europa nel tutelare questi diritti fondamentali”. Bonelli ha “rispetto per le Marche e mi innamoro di tutti i territori dove mi impegno”.

A fianco di Bonelli il presidente dei Verdi Gianluca Carrabs e i candidati Marco Polita, ex sindaco di Jesi e capolista per il proporzionale al Senato (civici), e Romina Pierantoni, sindaco di San Costanzo e capolista per la camera nel collegio Marche 2. Un’altra donna, la socialista Marina Maurizi è al secondo posto dietro Polita.

A Pescara invece è il segretario regionale del Psi Giorgio D’Ambrosio a presentare la lista Insieme. Una lista “ambiziosa” che punta a superare la “fatidica soglia del 3 per cento”. Un lista ispirata all’Ulivo di Prodi, pronta a correre alle prossime elezioni politiche. La lista fa parte della coalizione di centrosinistra guidata dal Partito democratico. I candidati sono stati presentati, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, a Pescara, dal segretario regionale del Psi Giorgio D’Ambrosio. Si tratta dell’avvocato Massimo Carugno, capolista nel collegio proporzionale Pescara – Chieti della Camera; di Mimmo Srour, ex assessore regionale, candidato alla Camera nel collegio proporzionale L’Aquila- Teramo; e dell’avvocato Emma Zarroli, candidato al Senato. “Dopo tanti anni – ha detto D’Ambrosio – torna il partito socialista con il suo simbolo nella competizione elettorale. Contiamo di raggiungere un buon risultato. In Abruzzo – ha aggiunto – sarà anche un test in previsione delle imminenti elezioni regionali, dove vogliamo tornare protagonisti ed eleggere un nostro rappresentante”. Nel suo programma “Lista Insieme” punta su ambiente, lavoro, investimenti e infrastrutture. “Ce la metteremo tutta – assicura D’Ambrosio – per raggiungere il nostro obiettivo, ovvero superare la soglia dello sbarramento del 3 per cento”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento