domenica, 22 aprile 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Luciano Masolini:
L’articolo commemorativo di Guidetti
Pubblicato il 19-01-2018


Mi ha fatto molto piacere vedere l’altro ieri sulle pagine
dell’Avanti! un bel ricordo sui diciotto anni dalla scomparsa (19
gennaio 2000) di Bettino Craxi. Nel piacevolissimo articolo
commemorativo, il compagno Mario Guidetti parlando di colui che sulla
propria tomba fece scrivere: “La mia libertà equivale alla mia vita”,
ha giustamente evidenziato – fra le tante altre chiarificatrici cose –
la forte ipocrisia del Governo di quei tempi, che prima negò il
salvacondotto che sarebbe dovuto servire per permettere a Craxi di
curarsi in Patria e poi, però, andò concedendo i funerali di Stato.
Subito ovviamente respinti. Non ho mai conosciuto direttamente Bettino
Craxi e non mi sono mai certamente neppure considerato craxiano.
Tuttavia ho sempre ugualmente apprezzato il suo operato, riconoscendo
in lui un vero statista. Di sicuro, come ho detto altre volte,
l’ultimo di tale elevato livello. Non posso che concordare appieno,
quindi, con quanto ha scritto Guidetti: “… L’avere avuto problemi
con la magistratura non cambia il giudizio sull’uomo politico…”. Ed
è altrettanto vero, anzi verissimo che: “… Come tutti anche lui
commise errori e sottovalutò situazioni e però pagò il prezzo più
alto…”. Sì, pagò davvero il prezzo più alto. Articolo più bello di
questo l’Avanti! non poteva farlo. Anche per questo, dunque, proprio
mentre in questo stesso giorno in un cimitero di Hammamet si
depositeranno tanti garofani rossi (e simbolicamente anche il mio),
ringrazio più volte Mario Guidetti per quello che ha detto di così ben
ponderato sul politico Craxi. Il quale, in un lontano giorno dei primi
d’ agosto del 1992, alla Camera dei Deputati disse: “Qualcuno spero,
prima o poi ristabilirà il valore della verità, della giustizia ed il
quadro reale di tutte le responsabilità”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento