sabato, 22 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Manfredi Villani:
Ambiente, bene prezioso
Pubblicato il 08-01-2018


Il nostro quotidiano Avanti! da anni si interessa di emergenza rifiuti ed educazione ambientale. La materia dell’ecologia e del territorio viene pubblicizzata con le tipologie: dall’ambiente alla difesa dei diritti civili e sociali,dalla politica locale alle tecnologie pertinenti.Dalla notte del 3 gennaio è andato a fuoco un capannone nel territorio comunale di Corteolona(PV).L’incendio si è sviluppato in una struttura edilizia in disuso,di circa 2000 metri quadrati,nell’abitato di Genzone lungo la provinciale pavese 31.Una lunga colonna di fumo nero si è estesa nella zona tra Belgioioso,Miradolo Terme,Santa Cristina e Bissone.Il capannone,osservato da diversi cittadini residenti,poteva essere una discarica abusiva di rifiuti.I residenti spiegano di aver visto spesso, negli ultimi mesi dello scorso anno,camion entrare ed uscire scaricandovi materiali. L’occorso ci spinge a stimolare chiarezza su una sequela di eventi che stanno intossicando l’ambiente e mettendo a rischio la salute dei cittadini. Si spera che gli organi investigativi e giudiziari vi pongano fine.L’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (ARPA) è intervenuta sul posto posizionandovi rilevatori ad alto volume in modo da poter misurare in maniera costante gli eventuali inquinanti presenti(IPA e diossine),oltre la verifica dei valori degli inquinanti generici tipici dell’incendio come NO2(biossido di azoto) e SO2(biossido di zolfo).Sussiste l’allarme per la nube tossica,visto che sono bruciati pneumatici e plastica,RSU e rifiuti speciali.L’informativa giornalistica risulta sufficientemente diffusa e precisa sulla vicenda.Non guasta aggiungere che secondo il Wwf,sussiste in zona il “triangolo diossina”tra Mortara,Corteolona e Parona,dove c’è un alto numero di Imprese che lavorano nel settore dei rifiuti.La COLDIRETTI suggerisce di verificare al più presto la realtà dei fatti senza allarmismi,adottare subito tutti gli accorgimenti a tutela della sicurezza e della salute e poi immediatamente accertare le responsabilità e rimborsare i danni diretti e indiretti alle Imprese per le quali è stato deciso con un’ordinanza a scopo precauzionale anche il divieto di raccolta e consumo dei prodotti ortofrutticoli e la conservazione separata dei prodotti ceraalicoli,in attesa di accertamenti.Ritengo opportuno un approfondimento di rivalutazione dell’ambiente pulito.Dal 29 maggio 2015 è in vigore la Legge n.68/2015 concernente nuove disposizioni in materia dei delitti contro l’ambiente.Sono state introdotte nuove norme del codice penale:dall’Art.452bis all’Art.452terdecies. L’evoluzione dei delitti contro l’ambiente riguarda in particolare:tipologie di inquinamento ambientale,morte o lesioni come conseguenze del delitto di inquinamento ambientale,disastro ambientale,delitti colposi contro l’ambiente,traffico ed abbandono di materiale ad alta radioattività,impedimento del controllo,circostanze aggravanti,aggravante ambientale,ravvedimento operoso,confisca,ripristino dello stato dei luoghi,omessa bonifica.Come si palesa dai suddetti temi le disposizioni penali hanno vasta risonanza cognitiva.Da qualche anno risulta anche attiva la normativa della tracciabilità logistica dell’enorme massa di rifiuti indifferenziati che vengono affossati nelle discariche.Vi provvede per legge il SISTRI(Sistema telematico della tracciabilità dei rifiuti) che coinvolge tutti i gestori ed i produttori della filiera nazionale costituita da 77mila aziende di settore.Purtroppo,nonostante la vigenza operativa del DL n,133/2014 (Sblocca Italia) non si è ancora superata la diffusa situazione di rischio ambientale connesso alla gestione dei rifiuti e non si riesce a favorire la valorizzazione delle risorse energetiche ed all’ambiente pulito.Qualcuno continua a considerare il rifiuto solido ed umido un problema.

Manfredi Villani

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento