lunedì, 10 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Elezioni: Nencini, Centrosinistra si presenti unito
Pubblicato il 13-02-2018


Riccardo Nencini seduto“Il centrosinistra può stare in partita a condizione che si presenti coeso di fronte agli elettori, che getti nella campagna elettorale tutte le sue migliori energie e le sue esperienze”. Così il vice ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Riccardo Nencini promotore della Lista “Insieme”, candidato nel collegio uninominale del Senato di Arezzo e Siena per il centrosinistra, ha detto a margine di un incontro elettorale. “Il Pd contro tutti non basta e non funziona – ha concluso Nencini – Bisogna giocare con più punte”.
L’invito del Segretario del Partito socialista è infatti quello di vincere sulla destra e sul populismo del M5S presentandosi uniti il più possibile a sinistra. Un invito simile era stato già fatto dal ‘Professore’. Romano Prodi aveva rivelato di aver optato per il Partito Democratico per le stesse ragioni. Romano Prodi, dopo aver spostato a più riprese la sua ‘tenda’ lontano dal Pd, prende le parti dei democratici. “Liberi e Uguali non è per l’unità del Centrosinistra. Punto”, dice intercettato da Affari italiani. E invece Renzi sì? “Renzi, il gruppo che gli sta attorno, il Pd e chi ha fatto gli accordi con il Pd sono per l’unità del Centrosinistra”, risponde il Professore.
Il motivo di unione potrebbe anche essere rappresentato dall’Antifascismo, in un periodo storico in cui si stanno rispolverando vecchie xenofobie. “Non possiamo fare il governo con gli estremisti. Gli estremisti non possono far parte di un governo che manda avanti il Paese”. Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi a Rtl, aggiungendo: “La responsabilità di ciò che accadrà subito dopo le elezioni è nelle mani del presidente della Repubblica e questo perché il referendum non è passato. Berlusconi ha scelto di fare un accordo con Salvini”.  “Noi ribadiamo con forza che siamo orgogliosamente antifascisti e che questo paese è orgogliosamente antifascista”. Così il segretario del Pd Matteo Renzi oggi a Firenze, durante un incontro elettorale con i sindaci del fiorentino insieme al ministro dell’Interno Marco Minniti. A loro ha ricordato l’appuntamento di giovedì a Sant’Anna di Stazzema: “Ci sarà tutto il Pd per la firma nell’anagrafe antifascista, che qualcuno ha paragonato a quella canina”. L’attacco, indiretto, al leader della Lega, Matteo Salvini, che nei giorni scorsi aveva detto sempre a Firenze: “L’anagrafe antifascista? C’è quella canina”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento