giovedì, 15 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Festival, tra presunti plagi e disturbatori promossa
la prima serata
Pubblicato il 08-02-2018


sanremo-2018

Buona la prima. La serata d’apertura del Festival di Sanremo fa segnare una media di 11 milioni 600 mila telespettatori con uno share medio del 52,1%, numeri che superano quelli dello scorso anno quando al timone c’erano Carlo Conti e Maria de Filippi. Durante la prima serata non si è certo annoiati, promossa a pieni voti la conduzione del trio Baglioni, Favino, Hunziker, con le incursioni di Fiorello che hanno ancor di più animato una serata partita con il blitz di un contestatore, un disoccupato sanremese.

E ancora, il collegamento telefonico con Laura Pausini, affetta da laringite che sarà presente sabato, poi il duetto con Gianni Morandi e Tommaso Paradiso dei The Giornalisti, tanti piccoli grandi intermezzi fra le canzoni, vere e assolute protagoniste del Festival. Nel complesso buono il bilancio della prima serata, stonato dal caso di presunto plagio di Ermal Meta e Fabrizio Moro la cui canzone è molto simile a “Silenzio” presentata nel 2016 nelle Nuove Proposte, rischiando la squalifica dalla kermesse, esclusa però oggi da Baglioni

“Un grande risutato – ha detto il “dittatore artistico Claudio Baglioni – perché è inutile nascondere le ansie della vigilia. Forse è dovuto anche alla serenità che si è respirata dietro le quinte nei giorni scorsi”, riferendosi alla prima serata andata oltre le aspettative.

Comunque in sala stampa i protagonisti erano tutti molto soddisfatti, di come è andata la prima serata: “Che bello svegliarsi la mattina vedere che hai fatto il 52%”, ha detto Michelle Hunziker e questa sera sarà la volta del ritorno di Pippo Baudo sul palco dell’Ariston e delle prime quattro Nuove Proposte, in ordine di uscita: Lorenzo Baglioni con “Il congiuntivo”, Giulia Casieri “Come stai”, Mirkoeilcane “Stiamo tutti bene” e Alice Caioli “Specchi rotti”, quest’ultima proveniente da Area Sanremo.

Oltre ai giovani dieci Campioni che si esibiranno: Le Vibrazioni con “Così sbagliato”, Nina Zilli “Senza appartenere”, Diodato e Roy Paci “Adesso”, Elio e le Storie Tese “Arrivederci”, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico “Imparare ad amarsi”, Red Canzian “Ognuno ha il suo racconto”, Ron con l’inedito di Lucio Dalla “Almeno pensami”, Ermal Meta e Fabrizio Moro “Non mi avete fatto niente”, Annalisa “Il mondo prima di te” ed i Decibel “Lettera dal duca”.

Nota di colore: nei giorni scorsi Baglioni aveva detto che il suo Festival non sarebbe stata una festa degli alpini, affermazione che ha un po’ fatto arrabbiare le penne nere. Oggi durante la conferenza stampa assieme a Favino ha intonato “Sul Cappello”, la popolare canzone dedicata allo storico corpo militare, chiudendo così la querelle con questo tributo canoro.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento