giovedì, 18 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Macerata. Nencini: “Salvini abbassi i toni”
Pubblicato il 05-02-2018


luca traini“Abbassare i toni è un consiglio che possiamo dare a Salvini. Ma non lo seguirà. È prigioniero dei suoi slogan e i toni violenti sono parte fondativa della Lega”. Così il vice ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Riccardo Nencini promotore della Lista “Insieme”, candidato nel collegio uninominale del Senato di Arezzo e Siena per il centrosinistra, ha detto a margine di un incontro elettorale ad Arezzo commentando i fatti di Macerata. Sabato un 28enne, Luca Traini, ha tentato di uccidere undici persone in piazza solo perché “di pelle scura” a seguito dell’omicidio di Pamela Mastropietro nella stessa città. In seguito il giovane si è autodichiarato fascista ed è stato anche candidato con la Lega Nord nel 2017, ma Matteo Salvini ha stigmatizzato il tentato omicidio di Traini verso gli immigrati sostenendo “ma l’immigrazione è fuori controllo”. Non solo ma oggi il leader della Lega nega anche che in Italia ci sia un allarme fascismo e avverte: “Chi parla di cattivi maestri porta alle Brigate Rosse”. Di tutt’altro avviso il segretario del Psi: “L’Italia vive una stagione non dissimile da quella post prima guerra mondiale”, e ha aggiunto: “Salvini è un leader proposto da Berlusconi per occupare il ministero degli interni. Altroché toni bassi: bisogna urlare agli italiani il pericolo che corriamo. C’è una preoccupante analogia tra Salvini e Amerigo Dumini, l’ispiratore delle squadracce ‘Me ne frego’. E c’è una preoccupante analogia tra la Lega e i grillini, il prodromo di un’intesa grigio-verde successiva al 4 marzo. È quello il nemico da battere”. Poi il senatore socialista conclude: “Liberi e Uguali costruisca col centrosinistra un fronte repubblicano impegno comune a combattere l’estremismo nero, nessun compromesso di governo con Lega e M5S”. Il leader di LeU, Pietro Grasso, ha infatti avvisato: “Se fomenti fascismo e razzismo, uno che spara rischi di trovarlo. Noi siamo contro gli irresponsabili, la solidarietà di Forza Nuova è oltre ogni limite”.

Solidarietà anche da parte di Marina Maurizi, vice-segretario del PSI della provincia di Ancona e candidata nelle Marche della Lista “Insieme”. “Esprimo la mia solidarietà alle vittime dell’assalto razzista di Luca Traini, ai famigliari di Pamela Mastropietro, in nome della quale lo sparatore pretenderebbe di aver agito, e a tutti gli abitanti di Macerata che hanno visto improvvisamente il loro centro cittadino trasformato in un teatro di sparatoria. Si dirà che – ha detto ancora Marina Maurizi – si è trattato del gesto di uno squilibrato, ma, la Storia ce lo insegna, la mano di tanti fanatici folli è stata armata dalla propaganda dell’odio e della violenza. Solo il richiamo alla razionalità e all’umanità può salvarci dal rigurgito del fascismo e della xenofobia”.

 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento