domenica, 22 aprile 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Nencini: “Prodi entra in campo, sono ottimista”
Pubblicato il 01-02-2018


ProdiInizia dalla Toscana la campagna elettorale del Segretario del Psi Riccardo Nencini, candidato per il centrosinistra nel collegio uninominale del Senato ad Arezzo-Siena, a margine della presentazione a Firenze della lista Insieme. Una delle ipotesi possibili è che le prossime elezioni non diano una maggioranza chiara nel Parlamento. “Se il Parlamento che nascerà dopo il voto del 4 marzo – ha detto Riccardo Nencini – sarà senza una maggioranza la strada maestra è quella di una prosecuzione del governo attuale”. “Non credo – ha aggiunto – a governi tecnici o del presidente ci sono il 45% di elettori italiani che non hanno ancora deciso se vanno a votare e se vanno a votare, per chi vanno a votare. Quindi ogni sondaggio oggi lascia il tempo che trova”. “Io sono convinto – ha detto ancora Nencini – che in Toscana si possano vincere tutti i collegi”. “Le candidature scelte – ha spiegato Nencini – sono legate al territorio. Quella di Arezzo-Siena è una sfida molto bella, appassionante, io sono abituato a sfide di questo tipo. Il collegio dai primi contatti ha avuto una buona reazione, sono in questo caso molto ottimista, c’è molto da lavorare”.

Nencini riferendosi alle dichiarazioni di questa mattina del leader leghista Matteo Salvini ad Arezzo davanti alla sede storica della ex Banca Etruria ha aggiunto: “Quando e dove vorrà, un bel testa a testa con Salvini sarebbe utile per sbugiardarlo”. “La flat tax che ha proposto – ha aggiunto Nencini – esclude pensionati e lavoratori dipendenti, dunque è incostituzionale, taglia le tasse soprattutto ai più ricchi, a quell’1% di italiani che detiene il 25% della ricchezza, e infine non può recuperare da evasione fiscale perché non comprende l’IVA”. Quanto ai migranti, Salvini “sottoscriva la mia proposta di legge: chi vive in Italia giuri sulla costituzione italiana, segua i corsi di lingua, viva secondo il canone occidentale (ne’ tribunali della sharia, ne’ matrimonio coatto, parità tra uomo e donna)”, ha concluso Nencini.

Il Segretario del Psi ha poi commentano le ultime prese di posizione di Romano Prodi. “Prodi sta entrando in campo, ha già detto che voterà centrosinistra ed io sono molto ottimista”. Prodi in questi ultimi giorni si è speso per la coalizione di centrosinistra indicandola come l’unica via per potere sconfiggere le destre. “Penso – è stato il commento di Nencini – che in Italia si vinca soltanto se si fanno delle coalizioni stabili e credibili. Per gli uomini soli al comando, non è la stagione. Di partiti che hanno vinto da soli le campagne elettorali io ne ricordo soltanto uno in 70 anni di storia della Repubblica, è De Gasperi nel ’48 con la Democrazia Cristiana. Non ne ricordo altri perchè non ce ne sono altri”. Il segretario socialista ha ribadito che l’obiettivo di Insieme “è superare la soglia del 3%: c’è un sondaggio recente che tra i giovani elettori fra i 18 e 24 anni consegna alla lista il 4,5%, la più votata, la più scelta fra le liste apparentate più piccole, e questo è di ottimo auspicio”.

Capilista di Insieme nei collegi plurinominali del proporzionale in Toscana per la Camera dei deputati saranno Angelo Zubbani, ex sindaco socialista di Carrara; Maria Vanni, a capo del Psi di Montopoli Valdarno e dirigente nazionale del partito; Maurizio Folli, già fra gli animatori di Campo Progressista a Firenze; Francesco Giorgi, segretario del Psi di Grosseto. Per i due collegi plurinominali del Senato i capilista saranno Elena Pulcini, professoressa di Filosofia sociale presso l’Università di Firenze, e Graziano Cipriani, segretario regionale del Psi.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento