lunedì, 10 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Pochi magistrati candidati. Buemi, facciano loro lavoro
Pubblicato il 01-02-2018


Magistrati-ferie-BuemiCon l’avvicinarsi delle elezioni politiche torna alla ribalta il tema controverso del rapporto tra magistratura e politica. Sempre più spesso negli ultimi vent’anni abbiamo assistito a vicende che hanno visto i magistrati passare dai tribunali alla politica e poi tornare in toga, con la questione sempre viva di inchieste che rischiano di diventare azioni politiche. tutto questo senza che si sia mai vista una legge che disciplini queste carriere ‘tortuose’. “Oggi sui giornali si richiama l’attenzione sul fatto che ci sono molti avvocati in lista alle politiche e pochissimi magistrati”, ha commentato il senatore Enrico Buemi, responsabile Giustizia del Psi.
“Certamente, nelle legislature precedenti, i magistrati hanno fortemente condizionato le leggi e le linee politiche, anche se i risultati faticano a diventare positivi rispetto ai mali atavici della giustizia italiana. Le presenze di pochi magistrati oggi fanno pensare che nella categoria si sia aperta la giusta riflessione rispetto al fatto che sia meglio che i magistrati facciano solo e bene i magistrati e che si limitino, se lo ritengono, a dare buoni consigli alla politica e, come hanno rilevato il Csm e l’Anm, seppure con i distinguo che in tutti i settori ci sono, che quelli che decidono di inoltrarsi nei controversi territori della politica lo facciano lasciando alle spalle definitivamente la carriera di magistrato”, ha continuato Buemi.
“Per quanto riguarda gli avvocati il loro contributo potrà essere molto utile per migliorare la pessima qualità delle leggi che hanno prodotto montagne di contenziosi nelle aule giudiziarie. Dico questo da cittadino imprenditore in prestito alla politica con tre legislature di sofferente e inascoltata presenza nelle commissioni Giustizia prima di Camera e poi di Senato”, ha concluso Buemi, che è candidato capolista nel collegio plurinominale di Torino e provincia per la lista ‘Insieme’ e per la coalizione di centro-sinistra nel collegio uninominale di Moncalieri-Pinerolo al Senato.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento