martedì, 16 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Olimpiadi: assenze M5s, salta seduta del consiglio
Pubblicato il 12-03-2018


appendino-765x510
Salta il numero legale in Consiglio comunale a Torino. Al termine della discussione delle interpellanza, la minoranza ha deciso di non rispondere all’appello nominale e la seduta è stata sospesa dal presidente Fabio Versaci. Nel corso della seduta di oggi era all’ordine del giorno una mozione presentata da alcuni consiglieri di opposizione sulla candidatura di Torino ai Giochi olimpici del 2026. Il gesto della minoranza ha avuto l’obiettivo di rimarcare l’assenza tra i banchi della maggioranza di alcuni consiglieri 5 stelle apertamente contrari alle Olimpiadi a Torino. Si tratta della prima volta che salta il numero legale in Consiglio comunale dall’insediamento della maggioranza guidata da Chiara Appendino.

“Il dato politico è che Appendino non ha più la maggioranza su uno degli argomenti più importanti per la città per i prossimi anni” ha affermato il capogruppo del Pd in Consiglio comunale a Torino Stefano Lo Russo. “Richiamiamo Appendino al senso di responsabilità – ha aggiunto Lo Russo – deve tornare in aula entro 48 ore e uscire da questa ambiguità. La città non può essere ostaggio di quattro consiglieri grillini”. Per Osvaldo Napoli, capogruppo di Forza Italia “questa spaccatura della maggioranza indebolisce Torino davanti al Coni. Le Olimpiadi invece sono un’opportunità importante per la città”.

E a proposito della candidatura del capoluogo piemontese alle Olimpiadi

invernali 2026 il sindaco di Torino, “manifesteremo con una lettera al Coni l’interesse della Città”. Lo ha affermato il sindaco Chiara Appendino sul blog delle Stelle. “Ci sembra giusto manifestare un interesse – aggiunge Appendino – nonostante il rispetto al regolamento CIO, per una azione di buon senso volta a rivalorizzare quanto esistente e servibile, in ottemperanza al miglior epilogo sperabile che simili investimenti collettivi possano generare come ricaduta per il futuro post olimpico sul nostro territorio tutto”.

Duro il commento del presidente del Piemonte Sergio Chimparino, secondo il quale “quanto accaduto oggi pomeriggio in Consiglio comunale è un segnale di inaffidabilità del Movimento 5 Stelle di fronte a scelte strategiche per il futuro della nostra comunità, e di scarsa considerazione per tutti i torinesi che vedono nella candidatura una nuova opportunità per la città, nonché per tutti i Comuni olimpici che hanno già dato ampi segnali di disponibilità a partecipare alla messa a punto del progetto”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento