mercoledì, 25 aprile 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Russiagate, John Dowd, avvocato di Trump si dimette
Pubblicato il 22-03-2018


John DowdPochi giorni fa aveva chiesto di licenziare il procuratore speciale per il Russiagate, Robert Mueller, adesso è lui che lascia. John Dowd, capo degli avvocati del presidente degli Stati Uniti Donald Trump nell’indagine del cosiddetto Russiagate ha annunciato le sue dimissioni. “Amo il presidente e gli auguro molto bene”, ha detto alla NBC in una breve telefonata. La sua decisione è arrivata dopo che Trump ha deciso di aggiungere un nuovo avvocato di alto profilo, Joseph diGenova, al suo team legale. Fino a poco tempo fa, Dowd e un altro avvocato di Trump, Ty Cobb, sono stati determinanti nel persuadere Trump a bloccare gli attacchi personali su Mueller, cosa che non avverrà con il nuovo avvocato, inoltre la linea di Dowd è stata sempre quella di impedire che il Presidente testimoni.
Jay Sekulow, un altro avvocato di Trump, ha detto che il team legale continuerà a lavorare per difendere il presidente: “Continueremo la nostra rappresentanza in corso del presidente e la nostra cooperazione con l’Ufficio dei consulenti speciali”, ha affermato in una nota.
Tuttavia se la decisione di dimettersi di Dowd è stata condivisa da Trump, ormai frustrato e ansioso di vincere ‘la guerra’ e non più disposto a stare sulla linea difensiva.
La decisione fa già sobbalzare i mercati: Wall Street cede oltre l’1%, ma ciò è dovuto anche alla notizia dei dazi commerciali di Trump.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento