giovedì, 13 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Salvini ci ripensa a Strasburgo: “Mai Governo con Pd”
Pubblicato il 13-03-2018


Matteo Salvini-LegaA Strasburgo il leader della Lega lo hanno visto poco, ma oggi per Salvini è stata l’ultima conferenza stampa all’Europarlamento, che è prossimo a lasciare essendo stato eletto in Italia. Pur non avendo partecipato poco al dibattito di Strasburgo Matteo Salvini, non manca di attaccare l’Europa. “Riporteremo al centro gli uomini ed il lavoro, leggo che a Bruxelles qualcuno si aspetta una manovra economica del prossimo governo con più tasse, con l’aumento dell’Iva e delle accise, noi faremo l’esatto contrario”, continua Salvini a Strasburgo. “Diminuiremo le tasse in Italia, fino a portarle al 15% con quella flat-tax che è già regola vigente in sette Paesi dell’Ue (tutti nell’est Europa, ndr) – prosegue – quindi difficilmente qualcuno a Berlino a Bruxelles o a Francoforte potrà dirci no, non potete, perché la fanno gli altri”. Ma soprattutto il leader della Lega sui conti pubblici precisa che “i nostri esperti, che sono anche stati eletti in Parlamento, stanno lavorando al piano B qualora da Bruxelles arrivassero solo dei ‘no’. Noi ci mettiamo al tavolo da persone educate e responsabili, chiedendo di cambiare alcune regole che normano la nostra permanenza nell’Ue, che stanno danneggiando pesantemente lo stile di vita in Italia e i numeri lo dicono”. Precisando che se dovesse servire si dovrà ignorare il tetto del 3%
“Contiamo di riuscire – prosegue – da persone di buon senso, a rinegoziare alcuni di questi trattati, alcune di queste direttive, alcuni di questi vincoli. In caso contrario, non escludo nessuna possibilità. Un’uscita improvvisa e solitaria non è auspicata né auspicabile. Se ci sarà al tavolo una maggioranza di governi che vogliano ridiscutere politiche anche monetarie, noi saremo tra quelli”.
Salvini riprende quindi i suoi argomenti della campagna elettorale e rispolvera anche il suo ‘no’ a un Governo con i dem, anche se qualche giorno fa aveva dato possibilità a un’intesa con il Pd.
Durante la conferenza stampa Salvini fa sapere che con il M5S “i programmi sono molto diversi, ha vinto la coalizione di centrodestra, non è autosufficiente alla Camera e al Senato, ma sicuramente non posso allearmi con chi ha male governato negli ultimi anni, quindi ipotesi di governi che prevedano Renzi e Boschi o Gentiloni sono inimmaginabili”. Matteo Salvini su un punto è certo: mai al governo col Pd. Lo mette in chiaro nella risposta che dà alla domanda su un eventuale governo con il Movimento 5 Stelle. “Il nostro obiettivo è quello di un governo di centrodestra, con un programma di centrodestra, e poi chi vivrà vedrà”, ha precisato il leader della Lega.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento