mercoledì, 15 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Elezioni Molise. Riedizione del 4 marzo
Pubblicato il 23-04-2018


Elezioni-regionali-Di Lello

Il voto regionale del Molise conferma sostanzialmente il risultato delle elezioni politiche del 4 marzo: la vittoria va alla coalizione di centrodestra che sostiene Donato Toma, ma i Cinquetelle sono la lista più votata. Male il centrosinistra.

Donato Toma, con i risultati di tutte le 394 sezioni, è il vincitore con la coalizione di centrodestra delle elezioni regionali in Molise. Una nuova tornata elettorale attende domenica prossima il Friuli Venezia Giulia. A Toma del centrodestra sono andate 73.229 preferenze pari al 43,46%. Al pentastellato Andrea Greco 64.875 voti (38,50%), a Carlo Veneziale del centrosinistra 28.818 (17,10%), 707 ad Agostino Di Giacomo di Casapound pari a 0.42%. Gli elettori molisani erano 331.253, di questi i votanti sono stati 172.823 (52,17%). Le schede non valide sono state 2.860, quelle bianche 1.462, quelle contestate 3.

I leader del centrodestra, alle prese con la formazione del governo nazionale, colgono questa occasione per chiedere al Capo dello Stato di assegnare alla stessa coalizione la guida di un esecutivo nazionale, conteso con i grillini, primo partito a livello nazionale dopo le elezioni del 4 marzo. Il neo-governatore molisano, Donato Toma, ha detto che si sta “preparando a lavorare per i molisani. Mi sono candidato per vincere e questo è il risultato per una campagna elettorale corretta, fatta spiegando cosa vogliamo fare per il Molise”, ha sottolineato Toma. “Al M5s dico basta polemiche – ha continuato – mettiamoci a lavorare”. Il risultato del Molise “farà capire ai nostri leader che il centrodestra è unito e non si può spaccare”.

“Il nostro Andrea Greco – afferma Luigi Di Maio – da solo, supera il 38%. Il Movimento 5 Stelle si conferma anche in Molise prima forza politica della Regione. Questo risultato è la dimostrazione che una larga parte del Paese ci chiede con forza di archiviare la vecchia politica e di far partire un governo del cambiamento”. Luigi Di Maio, capo politico e candidato presidente del Consiglio M5S, lo scrive su Facebook commentando il voto in Molise. “Non intendo lasciare questa richiesta inascoltata- dice Di Maio- Rimaniamo concentrati su questo obiettivo, fiduciosi di poter arrivare a dare al Paese un governo che finalmente lavori per i cittadini”. Salvini: da Italia idee chiare, Pd cancellato non può essere al governo “Italiani hanno le idee chiare, sinistra e Pd cancellate dalla faccia della terra”. Così Matteo Salvini, oggi a Trieste, prima tappa del suo tour odierno in Friuli Venezia Giulia ha commentato il voto in Molise. “Io penso – ha aggiunto – che il partito democratico per dignità non possa far parte di nessun governo”

“Dal Molise parte un segnale nazionale importante: il centrodestra unito ha la capacità di raccogliere il consenso degli italiani per guidare le regioni e il paese”. Sono le parole di Silvio Berlusconi, che ha commentato così l’esito delle elezioni in Molise. “Il messaggio degli elettori è stato chiaro, ora dobbiamo impegnarci con tutte le nostre energie per ripetere lo stesso successo in Friuli”, continua l’ex Cavaliere, che poi attacca i Cinque Stelle: “Il loro dilettantismo esce battuto e fortemente ridimensionato, rispetto al voto di protesta espresso dagli elettori alle politiche. I grillini si confermano non del tutto credibili per una funzione di governo”.

Male il Pd e il centrosinistra: “È un bruttissimo risultato – afferma Rosato del Pd – un risultato che ci aspettavamo quello molto negativo che sta arrivando in Molise; andrà meglio in Friuli Venezia Giulia”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento