giovedì, 20 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Luciano Masolini:
La forza di Pastorelli e di altri compagni
Pubblicato il 04-04-2018


“… Ho vissuto momenti ben più difficili di questo e non ho mai abbandonato il mio partito. Non lo farò certamente adesso…”. Così ha ieri dichiarato in una breve intervista rilasciata all’Avanti! il nostro carissimo compagno Oreste Pastorelli. Sono parole che, a mio modesto avviso, si possono ben adattare al nuovo percorso del Psi. Un percorso, che dopo gli amari risultati delle recenti elezioni, si sta presentando purtroppo assai più accidentato di prima e veramente tutto in salita. Ma non tutto è perso, fortunatamente. Sono infatti certo che pure stavolta riusciremo a far fronte a quella faticosa salita che si è profilata. Intanto sabato prossimo a Bologna (ma qualcosa si è già mosso a Livorno a fine marzo) si discuterà proprio del nostro futuro, con uno sguardo (più che prezioso) ad una nuova militanza – di cui c’è veramente tanto bisogno -. Nei suoi centoventicinque anni di storia, il Partito socialista (al di là di infinite denigrazioni subite) ha dato un grandioso contributo a tutto il nostro Paese, migliorandolo e rendendolo anche molto più libero. A tutti noi, dunque, il non facile compito di proteggere e tramandare questa speciale avventura, fatta di tanti straordinari progressi. Tenendo scrupolosamente presente, come sta ben scritto nel titolo della menzionata intervista, che è proprio nostro dovere rialzarsi e ripartire in questo frangente momento. Ecco perché insostituibili compagni come Oreste Pastorelli (che è giusto ringraziare) con la loro tanta forza, con la loro intensa preparazione e con le loro assennate proposte sono, come appunto stavo dicendo, da prendere come un bell’esempio di cui farsi carico. A questo punto, quindi, faccio molto sentitamente i miei migliori auguri all’imminente Conferenza bolognese e al futuro del nostro amatissimo Partito, che si merita davvero
sempre il meglio.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento