lunedì, 15 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Frase choc di Abu Mazen. Netanyahu: “Patetico”
Pubblicato il 02-05-2018


abu-mazenSi allontana la pace tra Israele e Palestina dopo i commenti choc del presidente dell’Autorità nazionale palestinese, Abu Mazen che avrebbe detto che l’Olocausto è stato causato da alcuni “comportamenti sociali” tenuti dagli ebrei, come “l’usura, le banche e cose del genere”. Il presidente palestinese non è nuovo in dichiarazioni antisemite, ma stavolta le sue dichiarazioni arrivano in un momento delicato per Tel Aviv. Israele è ai ferri corti con l’Iran per la questione della bomba atomica. Netanyahu ha assicurato che Teheran “ha concluso un’intesa basata sulle menzogne” perché starebbe lavorando a bombe atomiche da armare su missili balistici.
“Antisemita e patetico”, ha replicato il premier israeliano Benjamin Netanyahu alle teoria del presidente Abu Mazen trasmessa tra l’altro in diretta televisiva. “Negazionista della Shoah”, gli fa eco il Ministero degli affari esteri dello Stato ebraico. Sul caso è intervenuta anche la Anti defamation league (Adl), un’organizzazione impegnata a combattere l’antisemitismo nel mondo. “Sono asserzioni antistoriche e pseudo-accademiche”, ha detto il direttore Jonathan Greenblatt.
Il leader palestinese Abu Mazen ha così definito Israele un “prodotto coloniale” britannico addebitando la colpa dell’Olocausto agli ebrei.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Condanna unanime per le parole pronunciate dal leader palestinese Mahmoud Abbas, arrivato a sostenere che la colpa della Shoah fosse degli ebrei stessi. “L’ostilità contro di loro non nasceva dall’appartenenza religiosa ma dai mestieri che esercitavano: l’usura e maneggiare il denaro attraverso le banche”, ha affermato Abbas, trovando una risposta univoca al suo veleno.” “Il razzismo non minaccia solo gli ebrei ma è un attacco fondamentale alle nostre società aperte e liberali. L’Olocausto e la Seconda guerra mondiale hanno definito la Storia europea come nessun altro evento. Questa retorica offre solo munizioni a chi osteggia la soluzione dei due Stati, un accordo che Abu Mazen dichiara di sostenere ancora”, le parole dell’Ue (Corriere della Sera). “I palestinesi e gli arabi – scrive Wlodek Goldkorn su Repubblica – non hanno capito cosa sia stata la Shoah, e finché non l’avranno compreso mancheranno loro gli strumenti culturali per confrontarsi con Israele, ma anche con l’Europa e la sua memoria e identità”. Per Fabio Nicolucci (Mattino) il discorso di Mahmoud Abbas è “allarmante, perché tale richiamo ad un universo di significati antisemita non è in controtendenza con ciò che si muove nella pancia dell’Europa e dell’occidente, ed anche al di fuori di esso”.
    (Fonte Pagine Ebraiche)

Lascia un commento