martedì, 13 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Giro d’Italia, successo in volata dell’irlandese Sam Bennett
Pubblicato il 11-05-2018


giro-4La settima tappa del Giro d’Italia, la Pizzo Calabro-Praia a Mare di 159 km, ha visto il successo in volata dell’irlandese Sam Bennett su Viviani e Bonifazio. Tappa caratterizzata da una lunga fuga a tre, con Ballerini, Belkov e Irizar ripresi solo nel finale, prima del volatone di gruppo. Classifica generale immutata, con Yates sempre in rosa. Domani tappa insidiosa, la Praia a Mare-Montevergine di Mercogliano di 209 km.

La settima tappa del Giro d’Italia numero 101 è la classica frazione in cui le squadre dei velocisti devono assolutamente tenere cucita la corsa. Dopo le tre giornate iniziali in Israele ed altrettante in Sicilia, la carovana rosa ha cominciato a risalire la Calabria lungo il litorale meridionale del Tirreno.

Da segnalare la bici speciale usata da Adam Hansen. Per il corridore australiano si tratta di un Giro particolare, perché rappresenta la sua 20ª grande corsa a tappe consecutiva, e anche l’ultima. «Cominciai con la Vuelta 2011 e da allora sono sempre stato al via in Spagna come al Giro e al Tour. È ora di dire basta»: 405 tappe disputate di fila, record assoluto, che alla fine di questo Giro potranno diventare 419. Anche per lui, e grazie a lui, un Giro storico.

Purtroppo non ha potuto prendere il via invece Edoardo Zardini, giunto con grande coraggio al traguardo di ieri in cima all’Etna con una clavicola fratturata a causa di una caduta. Subito dopo il via sono scattati Ballerini e Masnada della Androni, Irizar della Trek e Martin della Katusha. Il gruppo però non ha dato spazio al quartetto, temendo probabilmente per la presenza tra i battistrada di Tony Martin. Poco dopo ci hanno provato ancora Davide Ballerini della Androni Sidermec e Markel Irizar della Trek Segafredo, insieme con Maxim Belkov della Katusha Alpecin. E questa volta la fuga è andata.

Le squadre dei velocisti però non hanno mai dato troppo spazio ai quattro, che hanno raggiunto al massimo 3’30” di vantaggio. E infatti a 16 km dal traguardo Belkov e Irizar sono stati ripresi, quindi la stessa sorte è toccata a Ballerini. Poco prima Bonifazio, il velocista della Bahrain, aveva forato ed era rimasto attardato: è stato allora Visconti ad aspettarlo per cercare di riportarlo nel gruppo dei migliori. Impresa riuscita, anche se con grande fatica.

Come previsto la tappa si è conclusa con una volatona a ranghi compatti, nella quale Viviani – il grande favorito – sembrava avere già partita vinta quando ai 100 finali è uscito dalla scia di Modolo che era partito lungo. Invece alle spalle dei due è spuntato l’irlandese Sam Bennett cha ha battuto nell’ordine Viviani, Bonifazio e Modolo.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento