giovedì, 18 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

La strada a sinistra… per un nuovo presente
Pubblicato il 21-05-2018


la strada a sinistraMercoledì 16 maggio si è svolto presso la sede nazionale del PSI il workshop “la Strada a Sinistra”.
Dopo la sconfitta del 4 marzo si è sentita la necessità di avere un punto di contatto con tutte le forze politiche della sinistra, con il mondo associativo, con quello sindacale, come si evince dal documento di presentazione degli organizzatori dell’evento che prova a fotografare l’attualità politica ad ampio spettro.
In un lungo e proficuo dibattito, ricco di ospiti, sono state analizzate le ragioni dell’insuccesso elettorale che devono spingere le varie componenti riformiste e progressiste a lavorare insieme per raggiungere un obiettivo comune: ridisegnare una soggettività della sinistra italiana. Ritrovare finalmente una direzione certa, per ricominciare ad essere al fianco degli ultimi, per combattere le disuguaglianze, le storture della nostra democrazia.
Luigi Iorio, responsabile Lavoro PSI, ha aperto l’incontro illustrando gli obiettivi: “Dobbiamo abbandonare il paradigma del pensiero unico della terza via e del liberismo. La terza via è servita unicamente ad annacquare le politiche socialiste per attrarre maldestramente gli elettori di centro”.
Maria Pisani, Portavoce del PSI, si dice convinta della necessità “di recuperare una spinta innovativa, una sensibilità culturale per poter ritrovare quella capacità di ascolto e di governo che ha sempre contraddistinto la sinistra italiana”.
Per Elisa Gambardella, responsabile Programma del Partito Socialista, l’incontro di mercoledì è stato “un primo confronto importante per tracciare insieme il futuro della sinistra con un’attenzione particolare al mondo del Lavoro: tirocini curriculari, salario minimo, estensione delle tutele”.
Federico Parea, responsabile Economia PSI, intervenuto con un videomessaggio, ha detto: “la sinistra ha un problema di elaborazione politica e, di riflesso, un problema di connessione con la società, per questo deve rigenerarsi e ripensare il proprio agire politico”.
Francesco Bragagni, Vice-Coordinatore regionale del PSI Emilia-Romagna, ha concluso i lavori intervenendo sui temi della Giustizia, spronando la sinistra a vigilare sui programmi giustizialisti del nascente Governo e annunciando che il format de “la Strada a Sinistra” verrà riproposto a livello territoriale in ogni regione, a cominciare da Rimini, dove a fine giugno sarà organizzato il prossimo appuntamento insieme a Luca Pasini, giovane consigliere comunale della città romagnola intervenuto nel corso del dibattito sui temi dell’economia con particolare riferimento ad una maggior sinergia tra Unione Europea, Stato e Regioni da un lato ed enti locali dall’altro.

Qui di seguito tutti gli interventi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento