mercoledì, 19 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Un sit-in del Psi contro le bugie di Salvini e Di Maio
Pubblicato il 29-05-2018


Quirinale-Presidente

Un sit-in  a difesa delle istituzioni repubblicane e contro le bugie di Matteo Salvini e di Luigi Di Maio. Militanti e parlamentari del Partito Socialista Italiano si ritroveranno il prossimo giovedì 31 maggio alle ore 15 a piazza di Montecitorio.

“Capisco tutto: la rabbia, la paura, le delusioni. Nemmeno io sono soddisfatto di questa Europa. Ma fuori dall’Euro, l’Italia è nel caos. Mutui più cari, inflazione altissima, investitori in fuga, code agli sportelli bancari. Nei giorni in cui Lega e Grillini discutevano del governo, sono stati bruciati 50 miliardi, tra calo in Borsa e titoli di stato. Ricordi la Grecia? Non è fantapolitica. È la strategia di Salvini”, ha detto il segretario del PSI, Riccardo Nencini annunciando l’iniziativa su Facebook.
Il sit-in vedrà la partecipazione di iscritti e simpatizzanti del partito che esprimeranno con forza solidarietà al presidente Mattarella che ha esercitato le prerogative previste dalla Costituzione. E con l’intento di smascherare le bugie del programma gialloverde che cercava di creare le condizioni dell’uscita dell’Italia dalla Moneta Unica.
Nel corso del sit-in i militanti e simpatizzanti socialisti esporranno vari cartelli tra cui uno su cui campeggerà la scritta “Fuori dall’Euro? L’inferno è grigio verde”
“L’attacco al Capo dello Stato che si sta consumando in queste ore – ha detto ancora Nencini –  è di una gravità inaudita. Mi rivolgo alle compagne e ai compagni di tutta Italia: organizzate presidi e manifestazioni in difesa della Costituzione e di Mattarella, lasciate aperte le sezioni e le federazioni in difesa della legalità ed esprimiamo la nostra vicinanza al Presidente della Repubblica contro l’atteggiamento squadrista delle forze populiste”. Nencini ha poi ribadito la necessità di non “ricadere negli errori figli di quello spirito ‘diciannovista’ di Lega e 5 Stelle che provocò il crollo dello stato liberale per sostituirlo con l’uomo solo al comando”.

Secondo il segretario socialista, “Lega e M5S si muovono da tempo, lungo il crinale di offesa della Costituzione è un fatto”. Di fronte a questo scenario, “la soluzione alle paure e alle incertezze degli italiani non è affidarsi a chi la spara più grossa. È tempo di richiamare all’unità i riformisti di ogni colore”, ha detto Nencini che ha invitato gli iscritti a far sentire la voce del Psi “anche sui social network, utilizzando l’hashtag #iostoconMattarella”. “Saremo – ha concluso Nencini – al fianco del Presidente della Repubblica in questo momento delicato per il Paese e per le Istituzioni. Mattarella ha esercitato le sue prerogative a difesa della Costituzione e degli italiani. Il Psi voterà la fiducia a Cottarelli, per il bene del Paese”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento