venerdì, 21 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie A: Juventus Campione d’Italia (quasi). Al via valzer di allenatori
Pubblicato il 07-05-2018


A due giornate dalla fine i bianconeri hanno 6 punti di vantaggio sul Napoli, con una differenza reti nettamente a proprio favore (+16). Salvo clamorosi colpi di scena, sarà il settimo tricolore consecutivo per la Vecchia Signora. Bandiera bianca per i partenopei: ora il futuro di Sarri è un rebus

buffon8TORINO – Un giorno all’improvviso finirà l’egemonia della Juventus. Ma quel momento non è ancora arrivato. I bianconeri hanno infatti praticamente vinto lo scudetto, il settimo consecutivo, grazie alla vittoria sul Bologna e il pareggio casalingo del Napoli contro il Torino: a due giornate dalla fine, Buffon e compagni hanno 6 punti di vantaggio sugli azzurri e, anche in caso di arrivo a pari punti, i ragazzi di Allegri sono nettamente avanti nella differenza reti (+16). Virtualmente dunque i giochi sono fatti.

FATALE FIRENZE – Eppure, appena due settimane fa, dopo la vittoria all’ultimo minuto dei campani in casa dei rivali firmata Koulibaly, sembrava che il vento fosse cambiato. E invece tutto è tornato alla “normalità” dopo 7 giorni con il successo (contestatissimo) dei bianconeri contro l’Inter e la pesante sconfitta di Insigne compagni a Firenze. L’ulteriore passo falso del Napoli di domenica pomeriggio (solo 2-2 contro il Torino) ha chiuso di fatto la battaglia. Festa però in stand-by per la Juventus, concentrata sulla finale di Coppa Italia mercoledì 9 contro il Milan e matematicamente ancora non campione.

SARRI VIA? – In casa Napoli è il momento delle riflessioni. Il pubblico ha comunque omaggiato la squadra con un lungo applauso per le emozioni regalate in questa annata. Il futuro dei protagonisti è però un rebus. Già è certo l’addio del portiere Pepe Reina, leader della squadra, che ha da tempo firmato un triennale con il Milan. Scontate le permanenze di Hamsik e Insigne, resta da definire la posizione del tecnico Sarri. Le critiche del presidente De Laurentiis sulla gestione della rosa e sulla poca dedizione alle coppe alimentano i rumors dall’Inghilterra secondo i quali l’attuale tecnico azzurro sarà il successore di Antonio Conte sulla panchina del Chelsea. Eventualmente non sarebbe da escludere un tragitto inverso per l’ex ct della Nazionale, anche se il favorito, in caso di addio di Sarri, è Marco Giampaolo, attualmente alla guida della Sampdoria. Il valzer degli allenatori è pronto a partite.

Francesco Carci

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento