giovedì, 13 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

16 luglio bilaterale Trump-Putin sulla ‘sicurezza’
Pubblicato il 28-06-2018


trump putinL’annuncio è arrivato quasi in contemporanea da Washington e da Mosca. Il vertice tra il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo Donald Trump avrà luogo a Helsinki il 16 luglio. “In accordo con l’intesa raggiunta, l’incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si terrà il 16 luglio a Helsinki”, si legge nel comunicato stampa del Cremlino. Ieri, il consigliere per la Sicurezza nazionale degli Stati Uniti, John Bolton, ha incontrato a Mosca il capo di Stato russo e il ministro degli Esteri, Sergej Lavrov, per discutere di vari aspetti delle relazioni tra i due paesi. Sempre ieri, il consigliere presidenziale del Cremlino Jurij Ushakov, ha dichiarato che Mosca e Washington hanno raggiunto un accordo sul vertice tra i due leader, aggiungendo che la data e il luogo sarebbero stati annunciati nella giornata di oggi. Secondo l’ufficio stampa del Cremlino, i due leader discuteranno delle prospettive per l’ulteriore sviluppo delle relazioni bilaterali. Secondo la nota diffusa invece a Washington, i due leader “discuteranno delle relazioni tra Usa e Russia e di un ventaglio di questioni di sicurezza nazionale”.
Vladimir Putin si augura che questo incontro possa essere l’inizio della fine delle ostilità fra le due nazioni e il ritorno a una “piena cooperazione“.
I temi di cui discuteranno i due leader sono tanti: dal disarmo alla Siria, dall’Ucraina alla Corea del Nord, dalla politica commerciale alla guerra diplomatica. E chiaramente, non possono mancare le sanzioni. Bolton ha rivelato di averne parlato martedì con il premier italiano Giuseppe Conte e di aver ribadito che la posizione degli Usa è sempre la stessa: “Devono restare“. Ma nulla è per sempre e l’attesa ora cresce. “Questo summit sarà l’evento politico dell’estate”, ha dichiarato l’assistente presidenziale russo per gli affari esteri Yuri Ushakov. “Abbiamo scelto un paese terzo, un luogo molto confortevole”, ha confidato.
“Accolgo con favore l’incontro tra il presidente Trump e il presidente Putin, perché credo nel dialogo e l’approccio della Nato nei confronti della Russia è quello del doppio binario”, dove “il dialogo è segno di forza e non di debolezza”. Così il Segretario generale della Nato Jens Stoltenberg al suo arrivo al vertice Ue, sottolineando che questo incontro bilaterale Usa-Russia è quindi “totalmente in linea con l’approccio Nato”. “Non vogliamo una nuova guerra fredda né l’isolamento della Russia”, ha aggiunto Stoltenberg.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento