sabato, 23 giugno 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Alessandro Bertinazzo
Qualunquismo su Aquarius
Pubblicato il 12-06-2018


Il Partito socialista italiano ha valutato l’incredibile decisione del ministro Salvini di chiudere i porti alla nave Aquarius che portava oltre 600 migranti e si associa alle dichiarazioni del presidente PES Sergei Stanishev, che ha dichiarato che il PSE ha sempre sostenuto che la migrazione, come fenomeno generale, deve essere gestita equamente e collettivamente a livello europeo, ma ritardi o chiusure di Paesi europei non possono essere prese a pretesto per declinare dall’obbligo di aiuti umanitari immediati per oltre 600 persone”.

La risposta del nuovo governo italiano contrasta nettamente con i risultati del governo precedente, che ha ridotto i flussi migratori marittimi dell’80% grazie alla strategia attuata dal ministro degli interni Marco Minniti – senza mai rifiutarsi di fornire aiuti umanitari di emergenza quando era necessario.

Non è solo un tema che è necessario affrontare, perché su questo argomento il qualunquismo e il populismo ne fanno bandiera prima e dopo le elezioni ed un gioco al massacro sulla pelle di migliaia di persone, ma soprattutto perché rappresenta una prova della capacità di governare uno dei problemi più complicati e difficili degli anni futuri e non solo dell’immediato.

È inaccettabile la strumentalizzazione che viene fatta da molte forze del centrodestra, anche se è stata debole e parziale la risposta data dal centrosinistra, quasi un arrendersi di fronte all’impotenza di azioni, che richiedono il massimo impegno di analisi del fenomeno, di controllo dei dati, di azioni graduali e sviluppate su diversi fronti.

Per quanto riguarda la presenza di migranti nella nostra Provincia e nella città di Bolzano, i socialisti valuteranno in che modo i dispositivi legislativi esistenti trovino coerente ed immediata attuazione in tutti i loro risvolti, e cercheranno i contatti con le strutture, le associazioni e i volontari che se ne occupano, affinché vengano date risposte adeguate e soluzioni realistiche capaci di superare tutte le difficoltà che si manifestano, e presenteranno nelle prossime settimane alcune proposte operative concrete.

Alessandro Bertinazzo
Segretario PSI dell’Alto Adige

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento