sabato, 15 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Brexit, scenario da Apocalisse per il Regno Unito
Pubblicato il 04-06-2018


brexitNon usa mezze parole il Sunday Times quando parla di scenario da Apocalisse definendo il rischio che corre la Gran Bretagna alle prese con la Brexit. Il governo, aggiunge il quotidiano sta pianificando, sin d’ora, tutte le azioni necessarie per affrontarlo. Questo, almeno, è quello che prevede Londra nel caso in cui il 29 marzo prossimo il Regno Unito dovesse uscire dall’Ue senza un accordo. Secondo un piano messo a punto da alti funzionari del governo per il ministro per la Brexit David Davis – riporta ancora il Sunday Times – entro due settimane da quella data nel Paese ci sarà una carenza di medicine, di carburante e di cibo. E il governo ha già cominciato a lavorare a interventi di emergenza che prevedono un collasso del porto di Dover già dal “primo giorno”.

Il mese scorso, rivela il domenicale, funzionari del ministero di Davis, insieme ai loro colleghi alla Sanità e ai Trasporti, hanno preparato tre scenari per una Brexit senza accordo: il primo riflette una situazione definita ‘mite’, il secondo una situazione ‘seria’ ed il terzo è stato soprannominato da ‘Apocalisse’ (‘Armageddon’).

“Nel secondo scenario, quindi neanche il peggiore, il porto di Dover collassa il primo giorno – ha detto una fonte anonima citata dal domenicale – I supermercati in Cornovaglia e Scozia finiranno il cibo entro un paio di giorni e gli ospedali esauriranno i medicinali entro due settimane”. In questo scenario, prosegue il giornale, il governo sarebbe costretto a organizzare voli charter, oppure a usare aerei della Raf, per portare generi alimentari e medicine negli angoli più lontani del Regno. “Bisognerà fare arrivare le medicine nel Paese per via aerea – ha proseguito la fonte e alla fine della seconda settimana finirà anche la benzina”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento