sabato, 18 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Burkina Faso dice addio
alla pena di morte
Pubblicato il 04-06-2018


pena di morteE siamo a 107. Sono i paesi abolizionisti che hanno deciso di mandare in soffitta una pena crudele, inumana e fuori dal tempo come la pena capitale. E’ un numero in lieve ma costante crescita che dal 1 giugno può contare anche sul Burkina Faso.

Il parlamento del paese africano ha infatti approvato un nuovo codice penale che non prevede più la pena di morte tra le possibili sanzioni penali. Le nuove norme favoriranno un’applicazione del diritto “più credibile ed equo”, ha dichiarato il Ministro della Giustizia, Rene Bagoro. In verità, il provvedimento del 1 giugno sancisce un’abolizione ‘de facto’ che dura da 30 anni: l’ultima esecuzione infatti risale al 1988.

La decisione del Burkina Faso fa salire a 21 i paesi africani che applicano leggi abolizioniste confermandosi il continente più fortemente orientato contro la pena di morte, mandando un segnale forte non solo agli altri paesi della regione ma anche al resto del mondo.

Massimo Persotti

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento