martedì, 23 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Pisa. Sicurezza: il P.S.I. condivide la posizione della UIL Polizia
Pubblicato il 06-06-2018


“Il trasferimento della Questura nell’ex Palazzo della Provincia dal punto di vista operativo – afferma in un nota  Marco Signorini capolista P.S.I. Pisa – renderà di fatto problematico il servizio delle volanti e creerà dei problemi di connessione con le procedure di identificazione dei fermati.  A tutti gli stranieri è noto che il gabinetto di polizia scientifica è in Via San Francesco, pertanto, nell’ipotesi di un’identificazione di un fermato in zona stazione, le volanti dovranno recarsi di la d’Arno e poi ritornare in zona stazione per redigere gli atti e le misure da prendere.

Ma non è l’unico problema è solo un esempio cercando di mettere in luce che paradossalmente pensando di risolvere il problema, sarà peggio per le problematiche operative che sorgeranno con le stesse risorse che dovrebbero tagliare la città da una parte all’altra per delle semplici procedure, tutto ciò in una zona sempre bloccata dal traffico.

Solo uno specchietto per le allodole che però crea maggiore insicurezza.   Potrebbe invece essere recuperata tale sede per dare dignità alla Polizia Municipale che hanno tanti problemi nella loro attuale sede e restando comunque in zona.    Deve essere rilanciato il vecchio progetto di recupero dei locali, di cui già ci sono gli stanziamenti, per rendere operativa  una base logistica efficiente ed efficace nella  Stazione centrale  per le immediate urgenti e necessarie operatività di Polizia in quella  zona strategica per la città”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento