sabato, 18 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Spagna. Sanchez, Governo socialista e di donne
Pubblicato il 06-06-2018


governo spagnoloNeanche ha iniziato e già il nuovo governo a guida socialista piace. Il premier Pedro Sanchez si prepara a varare oggi un Esecutivo in cui ci dovrebbero essere almeno dieci donne, sui 15 posti previsti. A cominciare dalla Vicepremier Carmen Calvo, ex ministro della Cultura e nominata da Sanchez anche ministro delle Pari opportunità. Donne preparatissime e con esperienza in politica che non a caso occuperanno ministeri chiave, come Nadia Calvino (dal 2014 direttore generale del dipartimento del bilancio della Commissione Ue), che occuperà il ministero dell’Economia. Mentre Dolores Delgado (procuratore antiterrorismo) andrà alla Giustizia, Maria Jesus Montero alle Imprese, Carmen Monton alla Sanità, Magdalena Valerio al Lavoro e Isabel Celaà all’Educazione. E secondo alcune indiscrezioni agli interni potrebbe andare Marguerita Robles. Ma nel nuovo Governo ci sarà anche un astronauta, Pedro Duque, incaricato del portafogli della Scienza.  L’ex-presidente dell’Europarlamento Josep Borell sarà ministro degli Esteri e il n. 2 del Psoe José Luis Abalos prenderà il portafoglio degli Investimenti.
Il portavoce dei socialisti al Senato, Ander Gil, ha detto che la configurazione dell’esecutivo “rispetta la parola data dal primo ministro, con donne e uomini con carriere lunghe e prestigiose”. “È un governo responsabile che rappresenta molto bene il talento e il futuro della Spagna “, ha detto Gil all’emittente privata La Sexta TV.
Pedro Sanchez presenterà così a re Felipe VI il suo “governo rosa” che promette bene per la caratura dei nomi e che dovrebbe essere d’esempio anche per Roma che non ha mai avuto nemmeno un presidente della Repubblica di sesso femminile.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento