giovedì, 16 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ungheria, riforma Costituzione contro migranti
Pubblicato il 19-06-2018


Viktor Orban-pena morteIl governo ungherese di Viktor Orban inserirà nella Costituzione il divieto di accoglienza dei migranti economici illegali.
Ad annunciarlo, lo stesso presidente magiaro così da evitare di dover sottostare alle quote Ue sui migranti, come verranno ridistribuite dal prossimo e imminente Consiglio Europeo. La mossa dell’esecutivo rientra in un più ampio dossier di leggi anti immigrazione, definite “Stop Soros“. Il pacchetto di misure ha incassato oggi il via libera della commissione parlamentare. Fra i provvedimenti in via di approvazione, la limitazione del diritto di manifestazione e il divieto di dimora in luoghi pubblici dei senzatetto. Prevista inoltre la registrazione obbligatoria di alcune ong che “sostengono l’immigrazione illegale”. Già l’anno scorso il governo Orban ha introdotto una misura che impone la registrazione delle ong che ricevono denaro dall’estero, suscitando allarme nell’Unione europea e negli Stati Uniti. La costituzione ungherese conterrà nel futuro l’obbligo “di difendere la cultura cristiana”, senza precisare cosa significhi.
Per questo il presidente della Commissione di Venezia del Consiglio d’Europa, Gianni Buquicchio, ha chiesto al parlamento ungherese di non adottare la cosiddetta legge “Stop Soros” prima della prevista pubblicazione di un parere della Commissione stessa, atteso per venerdì, o almeno a tener conto delle raccomandazioni della Commissione, infatti il Parlamento ungherese è stato convocato domani per la votazione.
Il presidente della Commissione di Venezia ha incontrato proprio ieri il ministro degli esteri ungherese Peter Szijjarto a Strasburgo presso il Consiglio d’Europa per discutere le nuove disposizioni legislative “Stop Soros”.
Nel frattempo la cancelliera tedesca ha convocato Orban a Berlino dopo aver ascoltato il presidente del Consiglio italiano Conte. Non è ancora chiaro quando ci sarà l’incontro tra Orban e Merkel, ma probabilmente avverrà prima del vertice del 28 e 29 giugno a Bruxelles.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento