mercoledì, 15 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Grillini e la logica del “chi sta peggio”…
Pubblicato il 23-07-2018


Non sapevo fosse malato di cancro. E non so se si tratti di malattia da cui, come mi auguro, possa guarire. Franco Grillini lo avevo lasciato ai tempi della Costituente socialista alla quale aveva aderito lasciando i Diesse nel 2007. Di lui certo ricordavo bene le battaglie iniziate quand’era al vertice dell’Arcigay per difendere i diritti degli omosessuali. Adesso sta conducendo una duplice nuova dura lotta, contro il cancro e contro la norma che gli dimezza un vitalizio di poco più di 2mila euro, costringendolo a scelte diverse anche per ciò che riguarda il suo sostegno. Ad appoggiare le sue rivendicazioni c’è Pierferdinando Casini, storico democristiano lontano chilometri dalle istanze di Grillini, ma bolognese come Franco e persona sensibile e generosa. Molte le annotazioni critiche nel mondo dei social, tutte ispirate alla logica del “c’è chi sta peggio”. Logica alquanto pericolosa perché c’é sempre qualcuno che sta peggio di qualcun altro. E usando questo modo di ragionare bisognerebbe individuare quello che sta peggio di tutti, l’unico per il quale sarebbe giusto condurre una battaglia in quanto nessuno sta peggio di lui. Attenzione però perché dietro questa motivazione ci sta ancora una volta la discriminazione verso gli ex parlamentari messa in atto dal duo Di Maio-Salvini. Uno li ha chiamati ladri, l’altro ha dichiarato che coloro che provassero a ricorrere contro la nuova norma dovrebbero provare vergogna. Franco Grillini è l’unico malato di tumore a cui sia stata improvvisamente dimezzata la pensione. So che c’è gente che sta peggio di lui. Moralmente Di Maio e Salvini.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento