sabato, 21 luglio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

L’onda gialloverde è arrivata anche a Vicenza
Pubblicato il 02-07-2018


EVIDENZA-SalviniA Vicenza, alcuni giorni prima della celebrazione delle elezioni comunali del 10 giugno, era emerso dalla stampa locale come alcuni candidati del centrodestra avessero condiviso post inneggianti al nazi-fascismo.

Correttamente, il candidato del centrodestra si era dissociato chiedendo a quei candidati, in caso di elezione, di fare un passo indietro e aveva altresì dichiarato che, in caso di una sua elezione, non avrebbe consentito ambiguità.

Il 10 giugno, al primo turno, grazie alla “desistenza” forzata dei 5stelle impediti dal movimento nazionale a presentare la loro lista, il candidato del centrodestra è stato eletto Sindaco.

Ovviamente, i candidati che avevano condiviso i post nazi-fascisti si sono ben guardati dall’adempiere a quanto richiesto in campagna elettorale dal loro candidato Sindaco e nessuno si è dimesso.

Il Consigliere comunale del PSI Ennio Tosetto, unico eletto della lista civica di centrosinistra “Vinova”, è intervenuto nel corso della prima seduta del Consiglio Comunale (leggi l’intervento integrale) stigmatizzando come la nuova maggioranza non abbia ottemperato a quanto detto in campagna elettorale.

Nel suo intervento, il compagno Ennio Tosetto ha sottolineato la gravità di come il Sindaco del centrodestra, una volta eletto, abbia liquidato l’episodio sostenendo come, secondo quanto riportato sulla stampa locale, il caso sia rientrato perché, a giudizio del Sindaco, “è prevalente la volontà dell’elettorato e perché tutto sommato si tratta di piccole questioni irrilevanti e datate”.

L’onda gialloverde, è arrivata anche Vicenza, col suo carico di ipocrisie e finte verità. Il PSI vicentino è assolutamente preoccupato e promuoverà iniziative comuni con l’intero centrosinistra del territorio.

Luca Fantò
Segretario regionale PSI del Veneto

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento