mercoledì, 19 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

STRADE SICURE
Pubblicato il 05-07-2018


sicurezza-stradale-yUn disegno di legge per garantire la sicurezza sulle strade italiane per automobilisti, ciclisti, pedoni e bambini. Lo ha proposto il senatore Riccardo Nencini, membro della Commissione Lavori Pubblici del Senato e vice presidente del Gruppo Misto. Si tratta di misure che Nencini, nei due governi precedenti, aveva promosso e sostenuto da  vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti con delega alla sicurezza stradale. “Battaglie che ho condotto strenuamente – ha spiegato Nencini – e che sono rimaste lettera morta perché la riforma del codice della strada non ha terminato il suo iter parlamentare. Ho fatto della sicurezza stradale una priorità del mio mandato di governo, ora non bisogna sprecare il lavoro fatto”  ha aggiunto.

Il ddl depositato si compone di tre articoli che contengono modifiche al codice della strada.

“Sono interventi urgenti – ha proseguito Nencini – su cui non bisogna abbassare la guardia: si pensi al fatto che le ultime stime sull’incidentalità sulle strade riportano come  prima causa di mortalità l’utilizzo di apparecchi elettronici, in primis lo smartphone, mentre si è alla guida dell’automobile” ha aggiunto.

Tra le misure contenute nel ddl infatti sono previsti: “Inasprimento delle sanzioni per chi utilizza dispositivi elettronici e  sospensione della patente di guida già alla prima infrazione da 1 a 3 mesi e, in caso di recidiva nel biennio, si raddoppia il periodo (da 2 a 6 mesi). Anche la decurtazione dei punti viene raddoppiata da 5 a 10”.

Tra le altre misure, la norma “salvaciclisti”: “l’adozione di una fascia di sicurezza  – un metro e mezzo –   per garantire una giusta distanza tra automobili e biciclette durante la circolazione – ha spiegato Nencini – per porre un freno a incidenti che si consumano ormai quasi quotidianamente”.

Altro intervento significativo,  la salvaguardia dei bambini dopo i casi drammatici di abbandono all’interno di veicoli lasciati in sosta, avvenuti  ultimi tempi: con la modifica all’articolo 172 del C.d.S, il ddl proposto da Nencini vuole introdurre il “seggiolino anti abbandono”, l’installazione cioè di un dispositivo di allarme  che segnalerà al conducente che si accinge a lasciare il veicolo in sosta la presenza del bambino all’interno dell’abitacolo”

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento