sabato, 15 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Senigallia. Prorogata la mostra allo SpazioArte di Fulvio Paci
Pubblicato il 26-07-2018


sinigallia

Ѐ stata prorogata fino all’8 agosto 2018 la mostra antologica di Fulvio Paci, allestita presso lo “SpazioArte” della Fondazione A.R.C.A. (via F.lli Bandiera, 29) dove sono esposti dodici incisioni e acrilici.

Nell’esposizione, inoltre, sono presenti alcuni acrilici in cui il pittore ha voluto sperimentare inserimento di oggetti nella composizione per creare degli effetti ma materici. Ciò è la rappresentazione del pensiero del pittore degli ultimi anni:
la plastica che diventa decorazione e prende una certa forma. Alcuni quadri in mostra allo SpazioArte ( 40x 40 –  50x 50) sono stati realizzati su tele gallery, ossia senza cornice.

Le dodici incisioni esposte sono il risultato di un lavoro che ha sviluppato dopo aver frequentato laboratori di incisione dal ’65. Fulvio Paci ha voluto portare a Senigallia alcune incisioni del 1973 che sono state realizzate per il premio di pittura a Sassoferrato. La produzione incisoria – da quanto detto dal pittore – si appoggia a stampatori sia di acquaforte, sia di acquatinta. “Uso molto il colore…e vedo il colore – dice Paci – sono un appassionato dell’acrilico: rosso,  viola e azzurro”. Il Palazzo ducale di Urbino e alcuni scorci della città ducale appartengono al suo ritorno in Urbino: gli amanti che sono attorno alla città.

Il cavallo, che piace molto al pittore, perché simboleggia la docilità poiché è stato al servizio dell’uomo, rappresentato sullo sfondo di Urbino, diventa un’immagine molto amata dal pittore. Essa è riprodotta molte volte e unisce due momenti importanti la nostalgia e la passione per il lavoro. Quindi, il dipinto “Gli amanti sulla vecchia Urbino” sintetizza la poetica di Fulvio Paci.

Le dodici incisioni, che vanno dal 1973 al 2002, hanno per lo più soggetti figurativi: “Sole e amanti” e “Amanti e cavallo” e il periodo con gli “Amanti e cavallo a Urbino” dove appunto viene rappresentata la città sullo sfondo così come in “Eco di Ricordi”. La tecnica calcografica è in acquaforte-acquatinta a colori piuttosto che in bianco e nero, perché rispecchia meglio il mio modo di sentire e il mondo pittorico degli acrilici”.

La tecnica Fulvio Paci si basa esclusivamente sull’uso del colore acrilico e sabbia con l’aggiunta di diversi materiali quali plastiche di varie forme, cartoni ondulati, pezzi di legno, sassi, conchiglie, cordicelle e altro che man mano è incollati e poi colorato sulla tela o su delle tavole di legno in formati che variano da cm 40X40 a cm 100X100. La tematica, ora, è di un genere astratto sia per quanto concerne il risultato pittorico sia per i titoli delle opere poiché devono rappresentare sensazioni profonde e sentimenti intimi.

La Fondazione A.R.C.A. ha organizzato un laboratorio di pittura, il prossimo 5 agosto, dal titolo “Palazzo incantato”, condotto dalla pittrice Cristina Messora, per approfondire i soggetti e la tecnica pittorica dell’artista Urbinate. L’incontro con i bambini è presso la Biblioteca speciale della fondazione, alle ore 21.30. Per quanti siano interessati all’attività didattica, si consiglia di pronatore in anticipo cell. 328.6214037 tel. 071 0975279.

————————————
Orari d’apertura:
Lunedì chiuso
Martedì 16-20
Mercoledì 9:30 -12:30
Giovedì 16:00 – 20:00
Venerdì e Sabato 9:30 -12:30 -10-20 – 20:45 -23:00
Per fissare un appuntamento in altro giorno della settimana telefonare al numero: 328.6214037 071 0975279

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento