martedì, 23 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Andrea Zirilli:
Le gabbie ideologiche di un facile populismo
Pubblicato il 25-07-2018


La “gabbia ideologica” in cui si muove la coalizione gialloverde è che tutte le banche sono colpevoli, l’associazione degli industriali fa terrorismo e che i migranti non vanno accolti.
Purtroppo accusare in blocco le banche, ne svilisce le accuse e rientra nelle invettive da social per racimolare qualche “like”. Accusare di terrorismo Confindustria, fa percepire l’incapacità di comprendere come la flessibilità del lavoro sia imprenscindibile per rispondere alla realtà di un tessuto imprenditoriale variegato come quello italiano che ha bisogno di risposte che non possono essere uniformi per affrontare differenti realtà. Infine singoli comportamenti di singoli migranti, non possono essere la regola e che nell’accoglienza dei migranti il primo passo sarebbe quello di provare a riconoscere la loro dignità di persone.
La gabbia di un facile populismo ha dei precedenti storici che dimostrano che gli -ismi portano a distorcere qualcosa che per essere giusta, sarebbe dovuta stare nel mezzo. Il buon senso che ci dovrebbe accompagnare, consiste nel percepire le cose nella loro esatta proporzione e magari nello scegliere il giusto mezzo tra due estremi.

Andrea Zirilli

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento