martedì, 18 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Manfredi Villani:
Sviluppi del Fotovoltaico
Pubblicato il 16-07-2018


Operando nel settore del fotovoltaico,capita spesso di interfacciarsi con titolari di impianti che lamentano “rendimenti bassi”dei propri sistemi. Nella maggior parte dei casi, il cliente arriva a conoscenza di tale situazione quando vede diminuire drasticamente i correttivi del Gestore dei Servizi Energetici(GSE). Quasi sempre questi impianti sono stati realizzati durante il boom del fotovoltaico,quando l’interesse economico era davvero elevato e molte aziende hanno deciso di entrare nel campo improvvisandosi installatrici senza alcuna competenza. Di conseguenza, le persone che si sono affidate ai seguenti “installatori”, si trovano ora con impianti fotovoltaici malfunzionanti, con moduli fuori garanzia e nel peggiore dei casi senza un servizio di assistenza da parte dell’azienda installatrice(che nel frattempo è fallita o ha cambiato settore). Questo rappresnta un vero e proprio problema per i titolari dei suddetti impianti che non performano come dovrebbero. Ad oggi però esiste una soluzione a questi problemi: Il revamping fotovoltaico. Attraverso il revamping è possibile migliorare le prestazioni del proprio impianto e risolvere la maggior parte delle problematiche.Andiamo a scoprire nello specifico di cosa si tratta. Il revamping fotovoltaico è una tecnica di rinnovamento degli impianti già installati che però non funzionano correttamente o al massimo del loro rendimento. Tale processo prevede una revisione completa effettuata da un tecnico specializzato,che si reca sul sito e analizza il sistema e i suoi componenti in base agli standard previsti,ne rilava le problematiche e propone al titolare una soluzione efficace per rimettere in funzione effettiva l’impianto stesso. Oltre a visionare lo stato dei pannelli fotovoltaici, la concentrazione viene posta sul componente che rappresenta il cuore del fotovoltaico: l’inverter. Infatti è grazie a questo dispositivo che la corrente continua in uscita dai moduli viene trasformata in corrente alternata, che è quella che viene utilizzata poi per il funzionamento degli utilizzatori elettrici.Inoltre,l’inverter garantisce il funzionamento dei pannelli al massimo del loro rendimento,e rende sicuro il funzionamento dell’impianto stesso.Ora si può ben capire perché viene considerato un elemento primario nella pratica del revamping. Ad ogni modo il revamping non si limita all’analisi dell’inverter, bensì si vanno ad esaminare tutti i componenti che costituiscono il sistema e si cerca di trovare delle soluzioni per ottimizzare il rendimento generale dell’impianto, considerando anche i tempi di ritorno economico per il cliente. Il revamping risulta efficace quando l’impiantonon è più in grado di funzionare al suo massimo valore di rendimento, oppure nei casi incui non risulti più conforme alle normative in vigore. Si consiglia sempre di tenere monitorate ed effettuare costantemente le manutenzioni necessarie al perfetto funzionamento del fotovoltaico.

Manfredi Villani

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento