sabato, 21 luglio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scuola. Fantò: “Se questa è la destra non c’è da stare tranquilli”
Pubblicato il 10-07-2018


“È sconcertante come l’Assessore regionale all’istruzione, alla formazione, al lavoro e pari opportunità del Veneto Donazzan, non abbia saputo manifestare il suo legittimo ma non condivisibile disappunto per l’iniziativa ‘Magliette rosse’, in altro modo se non attaccando un gruppo di insegnanti che ha postato una foto su facebook e dileggiando in un post centinaia di migliaia di persone che in tutta Italia a tale manifestazione hanno aderito”.

Lo afferma in una nota Luca Fantò referente nazionale scuola del Psi. “Da una donna che dai veneti è stata chiamata a gestire la formazione e l’istruzione di una parte così importante della nostra nazione – continua Fantò – ci si aspetterebbe ben altro che il manifestare il proprio pensiero con frasi che etichettano in maniera semplicistica una parte numerosa della nostra popolazione che l’8 luglio ha indossato una maglietta rossa aderendo all’iniziativa lanciata da ‘Libera’” .

“L’Assessore veneto scrive su facebook: “#magliettarossa?e patetici! coi loro modini da primi della classe, radical chic delle spiagge esclusive, sempre pronti a dare giudizi moralistici. Se li prendano, uno a uno, vadano nei vari Centri dove sono ospitati a 35 euro e se li portino nei loro attici, ville o nella casa di vacanza. #salvini può veramente stare tranquillo, la gente normale senza Rolex, senza vacanza a Capalbio o Portofino, è con lui.”

“Se questa è la cifra dell’agire della Giunta regionale veneta, se questo è l’inizio della campagna elettorale della destra per le elezioni regionali del Veneto, se questa è la formazione e l’istruzione che si vogliono dare ai giovani veneti, non c’è da stare tranquilli. Noi del PSI – chiude Fantò – siamo certi che l’Assessore veneto vorrà chiarire al più presto tali frasi, spiegando in maniera più costruttiva e meno travisabile il proprio pensiero”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento