mercoledì, 21 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ho avuto un sogno
Pubblicato il 14-08-2018


Non mi voglio arrendere e vi metto a conoscenza dei miei  risultati.    Ho continuato gli incontri sul mio progetto politico-culturale sono ormai ad una quindicina. Non ho trovato contrari anzi con due o tre amici e compagni ho cominciato a scambiare opinioni via e.mail sulla situazione politica locale. C’è rassegnazione e sembra che a questa destra dilagante siano altri che si debbano opporre e non noi. “Bisognerebbe fare,bisognerebbe dire,gli italiani li hanno  votati… vediamo  cosa sanno fare. Questo è il clima della gente comune ma non può essere il nostro dello schieramento di centro sinistra.

A noi non è permesso di essere messi e di restare  in stand bay Noi dobbiamo fare l’opposizione anzi ricostruire un opposizione su idee nuove e credibili. Cominciando a riorganizzarci nei territori e nelle nostre comunità .Dobbiamo contrastare coloro che spargono paura tra i cittadini (Salvini il ministro della paura e la lega che su questa paura che non è reale ma solo virtuale e di propaganda ha conquistato il potere in Italia e continua a crescere Su questo tema come sinistra dobbiamo costruire un progetto da propagandare con forza tra i nostri cittadini che partendo dai sani principi di civiltà e di umanità di solidarietà dei nostri cittadini rovesci l’impostazione della lega. I migranti sono un’opportunità per noi non una disgrazia,non è in atto nessuna invasione, chi fugge dal proprio paese lo fa per fame o per disperazione di cui noi paesi ricchi ed evoluti siamo la causa. I migranti sono esseri umani come noi e come tali vanno accolti e trattati Fra loro ci sono onesti e disonesti come in ogni società e non sono tutti ladri o delinquenti come la propaganda della destra li vuole accreditare. Tantomeno vanno chiusi in campi di concentramento come facciamo noi quando sbarcano  sul nostro territorio senza documenti od in attesa di un permesso che quando va bene arriva dopo due anni  e li costringe a non fare nulla mettendoli in mano alla nostra criminalità che li usa come arma di ricatto verso gli italiani più bisognosi  e li sfrutta come gli italiani più poveri mettendoli in concorrenza per scatenare una lotta per la sopravvivenza Italiani o extracomunitari siamo tutte persone uguali difronte alla legge ed ai propri bisogni.

Dobbiamo stabilire un percorso di accoglienza che partendo dall’insegnamento della nostra lingua e portandoli a conoscenza delle nostre leggi li avvii attraverso un praticantato verso  un lavoro ed un’integrazione. reale, un percorso chiaro preciso non lasciato in mano al volontariato che deve dare una mano nell’emergenza. Così facendo riusciremo a Sconfiggere la paura ed a riportare le cose nel giusto binario. Certo non possiamo essere soli ma tutta l’Europa unita si deve impegnare in questo poiché il fenomeno delle migrazioni c’è sempre stato ed ora sta crescendo,dovuto alle disuguaglianze economiche  create da una economia distorta e dalle guerre indotte da noi paesi ricchi per sfruttare le risorse di materie prime di molti paesi da cui provengono i migranti.Dobbiamo sconfiggere muri ed egoismi nazionali che oggi non hanno più senso. Anche su questo dobbiamo far capire ai nostri concittadini che l’Europa unita è la sola opportunità per andare avanti e per crescere in un mondo globalizzato dove “piccolo non è bello “ma limitativo e rinchiudersi negli orti nazionali alzando muri e dazi significa tornare indietro a prima delle due guerre mondiali con i loro milioni di morti IL  tentativo di unione Europea ci ha garantito 80 anni di pace. E la libera circolazione di uomini e merci crescita e sviluppo.

La globalizzazione ed il mercato devono avere delle regole che impediscano il crescere delle disuguaglianze tra ricchi e poveri tra le periferie del mondo. Va bloccata la finanza speculativa e dobbiamo basarci su un economia reale che crei lavoro usando le scoperte scientifiche per un maggior benessere di tutti gli abitanti del pianeta e non per maggiori potenze militari a vantaggio dei soliti. Le lotte alle disuguaglianze, il riordino delle periferie  lo sviluppo e la messa in sicurezza dei nostri territori contro le catastrofi ambientali possono creare lavoro e sviluppo con meno investimenti che attraverso interventi in emergenza dopo ogni catastrofe. L’uso delle scoperte scientifiche determina un cambio di modello di sviluppo della nostra economia e se ben utilizzate un miglior benessere per la vita dei concittadini .La nostra battaglia prima che economica deve essere culturale , sociale, politica tesa ad unire senza esclusioni. Concludo dicendo che ho avuto un sogno:il centrosinistra era tornato maggioranza dopo un autunno caldo ed un ’inverno bollente segnato da un forte risveglio culturale dei nostri concittadini. Credo che solo avendo dei sogni  ed utopie molto grandi il socialismo e la sinistra torneranno a vincere questo ci insegna la nostra storia.

Rino Capezzuoli

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento