sabato, 15 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Lega, ci vorranno 80 anni per ripagare il debito
Pubblicato il 18-09-2018


legaCirca 80 anni, uno più uno meno, per sanare il debito. Questa la rateizzazione concessa alla Lega per restituire quanto, secondo i magistrati il partito avrebbe ottenuto in maniera irregolare. L’accordo prevede anche che, in caso di necessità, la Lega affitti una parte della sua storica sede in via Bellerio, a Milano.

In base all’accordo, se la Lega dovesse risparmiare una cifra superiore una volta effettuate le spese per il mantenimento del partito, la rata da versare sul conto aumenterà proporzionalmente. “Credo si sia arrivati a un epilogo civile e istituzionale nell’ambito d’uno scontro giudiziario aspro”, ha commentato il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi.

I 49 milioni sono frutto dei rimborsi elettorali ricevuti dal partito nel periodo 2008-2010. Secondo i giudici che hanno condannato la Lega in primo grado, questi fondi furono utilizzati in maniera fraudolenta e utilizzati in particolare per le spese private della famiglia del fondatore del partito Umberto Bossi e della sua cerchia ristretta di collaboratori. Per questa ragione il tribunale di Genova ha deciso che il partito deve restituire allo stato il denaro ricevuto in quel periodo.

Occorre precisare, tuttavia, che non si tratta di una rateizzazione, non prevista dalla legge, quanto piuttosto di un sequestro dilazionato. Intanto i legali della Lega, gli avvocati Giovanni Ponti e Roberto Zingari, hanno annunciato di aver depositato il ricorso in Cassazione contro la decisione del tribunale del Riesame di Genova che il 6 settembre ha dato il via libera al sequestro dei 49 milioni di euro.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento