sabato, 15 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Luca Pellegri
Comunità, identità. Unità?
Pubblicato il 19-09-2018


Ci sia consentita una breve riflessione ed un auspicio fondato sulla bella Festa dell’“Avanti!” a Caserta lo scorso fine settimana.

Grazie all’ostinazione ed all’impegno dei compagni Casertani, di Mauro Del Bue e del PSI abbiamo vissuto tre giorni certamente pieni di dibattiti politici, ma soprattutto un momento di incontro reale, direi fisico, della comunità socialista, dal Piemonte alla Sicilia, senza mediazioni telefoniche, virtuali, “Social media”.

Ora, è proverbiale la litigiosità intrinseca del socialista medio, tanto da farsi maniera e caricatura, che pur essendo una deformazione, nasce sempre da un principio di verità. Ne siamo perfettamente consapevoli. Eppure la festa è stata davvero Festa; senza ipocrisia ma in maniera spontanea, nelle coscienze delle compagne e compagni ha prevalso lo spirito di fratellanza.

Questo clima che tutti ha avvolto si è basato, molto probabilmente su due evidenze immediate ed inconfutabili: siamo una Comunità reale fondata su un’Identità molto forte, storica, culturale, politica.

Questa evidenza è rafforzata, per contrasto, nell’osservare lo smarrimento, e di questa osservazione nessuno ce ne voglia, degli amici e compagni del PD, palesemente afflitti da una profonda e forse irreversibile crisi di identità tanto da apparire come una foto completamente sfuocata e “mossa”. Questa crisi identitaria inevitabilmente pesa e rende più laschi i vincoli di Comunità.

Da aggiungere che in molte parti d’Italia, compagni che si richiamano con forza all’identità socialista lavorano e si sacrificano come matti per creare occasioni di incontro reale, spinti soprattutto da una necessità interiore a mantenere solida, e lo riscriviamo per sottolineare il concetto, la propria identità socialista.

Chi scrive queste righe ritiene, con molta umiltà, di aver compreso questo meccanismo virtuoso: il mio ritorno alla militanza attiva dopo tanti anni è certamente legato alla necessità interiore di ristrutturare la mia identità socialista e quindi di farlo in mezzo ai socialisti.

Nel titolo di questo articoletto, dopo la parola unità c’è un punto interrogativo. Archiviando per sempre la questione della “diaspora socialista” ripartiamo da questi due mattoni: identità, comunità.

10, 100, 1000 Caserta, se son rose (anzi garofani) fioriranno

Grazie Caserta

Grazie Avanti! Grazie a tutte le Socialiste e Socialisti d’Italia

Luca Pellegri

Luca Pellegri

Commissione Nazionale Garanzia PSI

More Posts

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento