mercoledì, 21 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Miliardari nel mondo, sono di più e sempre più ricchi
Pubblicato il 26-10-2018


soldi

Sono 2.158 i miliardari nel mondo, e diventano sempre più ricchi se si calcola che il loro patrimonio ha registrato un aumento record nel 2017, con un aumento del 19% a 8,9 trilioni di dollari (ossia 7,8 trilioni di euro). È quanto emerge da un rapporto di UBS e PwC e pubblicato oggi. Nonostante la crescita in Europa e nelle Americhe, i miliardari cinesi hanno aumentato la loro ricchezza quasi il doppio rispetto agli altri: un incremento del 39% a 1,12 trilioni di dollari. Secondo il rapporto, nel 2006 c’erano solo 16 miliardari cinesi, mentre oggi il numero sale a 373, quasi uno su cinque miliardari nel mondo.

Solo nel 2017, 89 uomini d’affari cinesi sono diventati miliardari, quasi tre volte di più che negli Stati Uniti e nella regione dell’Europa e del Medio Oriente. Tuttavia, la regione delle Americhe continua ad avere la più alta concentrazione di ricchezza miliardaria, specialmente negli Stati Uniti, dove ci sono 3,1 trilioni di dollari (2,7 trilioni di euro). Nonostante questo, la creazione di ricchezza negli Stati Uniti sta rallentando, con solo 53 nuovi miliardari nel 2017 rispetto a 87 di cinque anni fa. In Europa, il numero dei miliardari è aumentato solo del 4% e la loro ricchezza è cresciuta del 19% a 1,9 trilioni di dollari.

Gran parte degli 89 nuovi miliardari cinesi emersi nel 2017 operano nel settore della tecnologia e stanno sfidando con sempre maggiore successo l’egemonia di Silicon Valley. Nel 2017 la Cina ha investito gli stessi livelli di venture capital per le start-up degli Stati Uniti e ha registrato quattro volte il numero di brevetti relativi all’intelligenza artificiale e tre volte il numero di brevetti nel settore blockchain e cryptocurrency dei rivali americani.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento