sabato, 17 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Brasile, il Presidente festeggiato dall’esercito
Pubblicato il 29-10-2018


bolsonaroNessuna sorpresa carioca, il presidente del Brasile è Jair Bolsonaro che vince con il 55,29 per cento dei voti. Dal primo gennaio, sarà il primo presidente con un passato nelle forze armate dopo la fine della dittatura militare in Brasile, dal 1964 al 1985, che ha lodato pubblicamente. Per il governo ha già indicato una serie di ex militari per ministeri chiave e per la vice-presidenza. Non è un caso infatti che a festeggiare la vittoria dell’uomo di estrema destra che ha battuto il Partito dei lavoratori siano soprattutto i rappresentanti dell’esercito. Una vicenda che sta sconvolgendo storici e osservatori, come la studiosa francese Maud Chirio.


Bolsonaro si richiama a Dio come un vero ‘uomo della Provvidenza’ e infatti dice: “Dobbiamo seguire l’insegnamento di Dio. Faremo un governo che possa portare il nostro Brasile nel posto che merita. Abbiamo le condizioni per governare, con i nostri parlamentari. Tutti gli impegni che abbiamo assunto saranno rispettati e portati a termine. Non cederemo l’Amazzonia, parleremo con la gente, rispettano tutte le opinioni e le esigenze. Ma metteremo davanti a tutto e tutti l’interesse del Paese. Sapevamo dove dovevamo andare e ora sappiamo dove andiamo. Ringrazio il brasiliani per la fiducia dimostrata”. Da parte sua Haddad (l’avversario del Pt che ha totalizzato il 44,7% delle preferenze) ha chiesto che i suoi “45 milioni di elettori vengano rispettati”, dopo che Bolsonaro aveva promesso ai suoi avversari “la prigione o l’esilio”. “I diritti civili, politici, lavorativi e sociali sono in gioco ora”, ha detto.
In Italia la vittoria dell’uomo diventato ‘noto’ per i suoi commenti denigratori verso le donne, gli omosessuali e le minoranze etniche piace al Vicepremier Salvini e alla leader FdI Meloni.
“La destra vince anche in Brasile, la sinistra sconfitta in tutto il pianeta e dalla storia. Finalmente i popoli si stanno riprendendo la loro libertà e la loro sovranità”, fa sapere Giorgia Meloni, facendo eco a quanto detto da Salvini: “Anche in Brasile i cittadini hanno mandato a casa la sinistra! Buon lavoro al presidente Bolsonaro, l’amicizia tra i nostri popoli e i nostri governi sarà ancora più forte”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento