sabato, 17 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Dj Fabo. Ora la Consulta. Cappato: “Aspetto la Politica”
Pubblicato il 23-10-2018


cappato-eutanasia-1 (1)Il Caso di Fabiano Antoniani, il 40enne milanese conosciuto con il nome d’arte “Dj Fabo”, tetraplegico e completamente cieco che nel febbraio 2017 si è sottoposto al suicidio assistito in Svizzera, è arrivato alla Corte Costituzionale.
Stasera o domani arriverà la sentenza della Consulta che dovrà così decidere se aiutare un malato terminale a ottenere il suicidio assistito è un reato penale oppure se, al contrario, è un’azione necessaria per metterlo in condizione di esercitare il suo diritto fondamentale della libertà di scelta per una morte dignitosa.
Nel frattempo Marco Cappato, il leader radicale dell’associazione Luca Coscioni, accusato di istigazione e aiuto al suicidio e i rappresentanti dell’avvocatura dello Stato, in rappresentanza del governo, risponde alle accuse: “Avevo capito che tra gli obiettivi di questo governo ci fosse la rapida e certa trattazione delle leggi di iniziativa popolare. Noi da 5 anni attendiamo l’intervento del legislatore sulla nostra legge di iniziativa popolare per l’eutanasia legale“. Cappato si rivolge direttamente al presidente Giuseppe Conte: “Se un presidente del Consiglio a nome del governo interviene in giudizio contro di me invocando l’inammissibilità e infondatezza della questione rimandando all’intervento del legislatore, questa è un’assunzione di responsabilità politica”.
Il governo si è costituito a difesa della legge e sarà rappresentato dall’avvocato dello Stato Gabriella Palmieri. In udienza sono presenti lo stesso Cappato, Mina Welby e la compagna di dj Fabo, Valeria Imbrogno.
Oggi alle 19, a Piazza Montecitorio, la mobilitazione non solo dell’Associazione Luca Coscioni, Marco Cappato, Mina Welby, Filomena Gallo, ma di tutti quelli che promuovono la campagna Eutanasia Legale, per commentare la sentenza della Corte costituzionale che deciderà sulla legittimità costituzionale del reato di aiuto al suicidio.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento