giovedì, 13 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Gian Franco Schietroma
Lettera aperta ai compagni del Psi
Pubblicato il 04-10-2018


Care Compagne, cari Compagni,
la Segreteria nazionale del Partito, nella riunione del 3 ottobre 2018, ha aperto una nuova fase politica, che sfocerà nella celebrazione di un Congresso straordinario.

Questa decisione rappresenta una imperdibile occasione di rilancio per la comunità socialista, che dovrà ricercare, e auspicabilmente trovare, nuove risposte ai nuovi bisogni di una società profondamente cambiata negli ultimi anni. D’altro canto il risultato elettorale del 4 marzo scorso dimostra come siano totalmente mutate le categorie politiche del passato e con esse alcuni tra i principali interpreti.

Chi, come me, ha avuto l’onore di contribuire alla guida dei processi politici della nostra comunità ha l’obbligo morale, prima ancora che politico, di confrontarsi con questa nuova realtà.

Nel mio intervento alla riunione della Segreteria ho sottolineato l’importanza di dare nuovo slancio ad una comunità che oggi attraversa un momento di estrema difficoltà. Pertanto ritengo giusto, a questo punto, favorire quel cambiamento che è essenziale per assicurare una reale e credibile prospettiva per la nostra comunità.

Ecco perché ho deciso di fare un passo indietro, rimettendo l’incarico di Coordinatore politico della Segreteria nazionale, al fine di liberare nuove energie e di promuovere nuove prassi nell’assunzione delle responsabilità di ciascuno.

Ad ogni modo, come sempre, anche in occasione dei prossimi appuntamenti, non farò comunque mancare il mio contributo di idee e di proposte per far sì che il socialismo italiano possa avere l’avvenire che merita.

Fraterni saluti.

Gian Franco Schietroma

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento