lunedì, 15 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Iran, Zeinab la sposa bambina messa a morte
Pubblicato il 02-10-2018


amnesty

Amnesty International ha oggi confermato l’esecuzione di Zeinab Sekaanvand, una giovane curda iraniana di 24 anni, messa a morte nella città di Urmia, nell’Iran Nord-Occidentale. Anche l’ong Kurdistan Human Rights ha confermato con un tweet l’esecuzione e la consegna del corpo della ragazza alla famiglia.

Si conclude nel modo peggiore una storia simbolo del drammatico fenomeno delle spose bambine che, secondo l’Unicef, sono 12 milioni ogni anno. Zeinab è stata data in sposa a 15 anni, sottoposta agli abusi e alle violenze del marito, cerca di ottenere il divorzio ma senza successo. Poi nel 2011, l’omicidio dell’uomo e il suo arresto. Quanto accade successivamente lo abbiamo raccontato già due anni fa  quando il suo caso ha cominciato a mobilitare associazioni e attivisti per i diritti umani.

Ma questa volta appelli e proteste non sono riuscite a fermare l’esecuzione. L’Iran peraltro è l’unico paese al mondo a portare a mettere a morte minorenni al momento del reato. Dal 2005 vi sono state circa 90 esecuzioni del genere, di cui almeno cinque quest’anno.

Massimo Persotti

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento