mercoledì, 21 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Leicester in lacrime: cade elicottero, muore il presidente della ‘favola’
Pubblicato il 29-10-2018


La tragedia è avvenuta sabato: dopo il match interno contro il West Ham, il veicolo con a bordo il patron Vichai Srivaddhanaprabha, 60enne thailandese, si è schiantato in un parcheggio pochi secondi dopo il decollo. Oltre a lui hanno perso la vita altre 4 persone

leic3LEICESTER – Dalle lacrime di gioia per lo scudetto del 2016 con Claudio Ranieri allenatore alle lacrime di dolore per la tragica morte del presidente Vichai Srivaddhanaprabha. Il Leicester – e tutto il calcio inglese – è in lutto per l’incidente aereo che è costato la vita al patron delle “Foxes” avvenuto sabato sera. Dopo la gara interna contro il West Ham, finita 1-1, l’elicottero del patron thailandese, 60 anni, si è schiantato pochi secondi dopo il decollo dal “King Power Stadium” precipitando in un parcheggio.

ALTRE 4 VITTIME – Testimoni hanno confermato di aver sentito un boato fortissimo prima delle ingenti fiamme che hanno circondato la zona dello stadio. Per Raksriaksorn (questo era il vero cognome del presidente anche se si faceva chiamare Srivaddhanaprabha che significa “luce di gloria progressiva” per i suoi successi imprenditoriali) non c’è stato niente da fare e con lui hanno perso la vita altre 4 persone: il pilota Eric Swaffer , la sua compagna e co-pilota Izabela Roza Lechowicz, e due assistenti del patron thailandese, Nursara Suknamai e Kaveporn Punpare.

COMMOVENTE RICORDO – In segno di lutto il Leicester non giocherà partita di Coppa di Lega contro il Southampton, in programma martedì. Toccante il ricordo del portiere della squadra, Kasper Schmeichel: “Mio caro presidente, non riesco a credere a quello che ho visto l’altra notte, sono distrutto e affranto. E’ difficile spiegare quanto lei abbia significato per questo club e questa città. Non ho mai incontrato una persona come lei. Ha trasformato i miei sogni in realtà. Non mi sono mai imbattuto in un uomo come lei. Un così grande lavoratore, appassionato, gentile e generoso al massimo”. Gli fa eco il bomber della squadra, e della nazionale inglese, Jamie Vardy: “Per me tu sei una leggenda, un uomo incredibile che ha avuto il cuore più grande, l’anima del Leicester City. Grazie per tutto quello che hai fatto per me, per la mia famiglia e il nostro club. Mi mancherai davvero, riposa in pace”. Messaggio anche da parte del principe William, che è anche il presidente della English Football Association: “I miei pensieri oggi sono con la famiglia e gli amici di Vichai Srivaddhanaprabha e di tutte le vittime. Ha dato un grande contributo al calcio, non da ultimo attraverso la magica stagione 2016 del Leicester che ha catturato l’attenzione di tutti gli sportivi del mondo. La sua scomparsa costituirà una perdita per tutti gli appassionati di questo sport e per tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerlo”. La favola Leicester resterà per sempre, qui però non c’è stato purtroppo il lieto fine.

Francesco Carci

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento