sabato, 20 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Leonardo Scimmi
Recuperare i voti dei socialisti
Pubblicato il 04-10-2018


Presto sarà convocato il Consiglio Nazionale e presto o tardi prima delle europee avremo un congresso. Occorre dire alcune cose:

– il PSI ha perso molte occasioni, su tutte la Costituente Socialista che doveva restare il progetto principale. Chissà dove saremmo oggi se dopo dieci anni avessimo insistito con Sdi Nuovo Psi e parte DS.

– seppure nelle difficoltà il Psi ha retto in questi anni ed ha fatto politica e cultura, partecipando al governo ed editando Avanti! e Mondoperaio

– alcune idee non sono state prese in considerazione per una propaganda giovanile ed ai sindacati: partito erasmus, quote erasmus, Mitbestimmung, scuola europea, bilinguismo obbligatorio nelle scuole europee

– primo compito di un partito socialista è oggi recuperare i voti dei socialisti storici per raggiungere una massa critica che consenta di fare proposte visibili e socialiste. Recuperare i socialisti di Forza Italia è priorità

– ciò si può ottenere puntando su crescita economica e politica industriale per il rilancio occupazione e del sud (interventismo keynesiano) recuperando i voti di Forza Italia in declino irreversibile e con politiche identitarie

– siamo il partito del lavoro e dobbiamo creare promuovere e propagandare il lavoro, creare lavoro, tramite politiche industriali, innovazione, formazione, meritocrazia, internazionalizzazione, organizzazione e coordinamento

Leonardo Scimmi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento