lunedì, 10 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

L’inaffondabile successo del Titanic torna nelle sale per tre giorni
Pubblicato il 04-10-2018


TITANIC 04“Titanic” di James Cameron, il film dei record grazie al quale Leonardo DiCaprio e Kate Winslet hanno conquistato successo planetario e fama imperitura, ritorna nei cinema in occasione del ventesimo anniversario della sua uscita.

Questo ritorno è un evento speciale, in città e sale selezionate, che durerà solo tre giorni, da lunedì 8 a mercoledì 10 ottobre, per festeggiare il film dei record. Un appuntamento che sembra quasi rispondere alla fake news che circola in Internet, con tanto di trailer, su di un “Titanic 2”, ipotesi che non è mai stata presa in considerazione soprattutto da DiCaprio.

E chissà se le sale saranno invase come venti anni fa da torme di ragazzine che andarono a vederlo decine e decine di volte in ogni parte del mondo, per poi sciogliersi in lacrime a ogni proiezione. Un’isteria collettiva, una non tanto nascosta voglia di vivere una straordinaria storia d’amore come quella raccontata da Cameron, ma anche un film fatto come si deve, dato che in alcuni Paesi è rimasto in programmazione per un anno intero, caso più unico che raro nella storia del cinema.

Il film di Cameron racconta la tragedia del transatlantico RMS Titanic, il più grande e lussuoso mai costruito, uno dei gioielli tecnologici del Novecento definito inaffondabile dai progettisti. Nel corso del viaggio inaugurale, la notte del 14 aprile 1912, quattro giorni dopo la partenza dal porto di Southampton e mentre era in rotta verso New York, il Titanic si scontra con un iceberg al largo dell’isola di Terranova e affonda, alla faccia dei progettisti, causando circa 1.500 vittime, fra cui anche il capitano, mentre 706 persone riescono a salvarsi.

Il disastro del Titanic serve a Cameron per realizzare straordinari e innovativi effetti speciali, e per raccontare una travolgente storia d’amore tra due ragazzi appartenenti a classi sociali agli antipodi. Proprio grazie alla magia del grande schermo l’incontro al calor bianco tra il povero Jack Dawson (Leonardo DiCaprio) e la ricchissima Rose DeWitt Bukater (Kate Winslet) è diventato una delle più grandi storie d’amore di tutti i tempi capace di rivaleggiare con quella di Romeo e Giulietta.

Titanic è stato il film più costoso dei suoi tempi: 200 milioni di dollari, un bel botto ancora oggi, e uno di quelli che ha incassato di più nel mondo, stabile al secondo posto, con oltre 2 miliardi e 180 milioni di dollari, grazie anche alla riedizione in 3D del 2012. “Titanic” è stato superato nel 2009 da “Avatar” sempre di James Cameron, che sfiora i 2 miliardi e 800 milioni di dollari di incassi.

Tra i primati inanellati dal Titanic ci sono le 14 candidature agli Oscar, come “Eva contro Eva”(1950, di Joseph L. Mankiewicz con Bette Davis e George Sanders) e “La La Land” (2016, di Damien Chazelle con Ryan Gosling ed Emma Stone), con 11 statuette vinte, al pari di “Ben-Hur” (1959, di William Wyler con Charlton Heston) e “Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re” (2003, di Peter Jackson con Elijah Wood e Ian McKellen).

Citiamo solo i due Oscar a Cameron come miglior film (assegnato al produttore) e come miglior regista; quello per gli effetti speciali e i due a James Horner per la colonna sonora e per la miglior canzone, assieme a Will Jenning: “My Heart Will Go On”, una ballata romantica che Céline Dion ha portato in vetta alle classifiche di tutto il mondo facendola diventare il singolo più venduto del 1998.

TITANIC 09

Un successo incredibile per i due attori protagonisti ma niente Oscar. Kate Winslet era candidata come miglior attrice protagonista, ma il premio è andato a Helen Hunt per “Qualcosa è cambiato”, mentre zero nomination per il bel Leo.

Ma come sarebbe stata la vita di Jack e Rose se fossero entrambi sopravvissuti al naufragio del Titanic? Magari come quella di Frank e April Wheeler in “Revolutionary Road”, film del 2008 diretto da Sam Mendes che vede per la prima volta riunita in un set la coppia stellare del Titanic nella drammatica storia di marito e moglie che, nella New York degli anni Cinquanta, si confrontano con la realtà quotidiana, i ruoli, i doveri sociali e le ipocrisie che hanno infranto i sogni della loro gioventù. Un film drammatico con un finale triste e una scena di pochi secondi non del tutto inaspettata ma che colpisce come un pugno nello stomaco.

Antonio Salvatore Sassu

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento