giovedì, 13 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Minacce al Presidente della Commissione Antimafia
Pubblicato il 08-10-2018


claudio FavaUna busta contenente un proiettile calibro 7,65 è stata recapitata stamani al presidente della commissione regionale Antimafia Claudio Fava. La Digos ha già provveduto al sequestro e ad avviare le indagini. La busta è arrivata in commissione Antimafia, gli uffici si trovano al piano basso di Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea siciliana, assieme ad altra corrispondenza. Il presidente della commissione antimafia siciliana, in quanto parlamentare dell’Ars, aveva proposto una legge regionale che obbliga i colleghi a dichiarare la loro appartenenza alla massoneria. Risulta evidente, quindi, che l’impegno di Fava in questi mesi di attività politico-istituzionale stia dando fastidio a più di una persona.
Inoltre Claudio è figlio del noto giornalista e fondatore de I Siciliani ucciso da Cosa Nostra, Giuseppe (Pippo) Fava.
Immediate le reazioni e la solidarietà di politici e associazioni tra cui Libera che scrive su Twitter:

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento