martedì, 11 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Nobel a Nadia Murad. Locatelli: “Orgogliosa di lei”
Pubblicato il 05-10-2018


nadia-murad“Sono felicissima per Nadia Murad e orgogliosa di aver conosciuto persone che hanno messo la loro vita e il loro impegno al servizio della difesa dei diritti delle donne”, così Pia Locatelli Presidente Onoraria dell’Internazionale Socialista Donne, commenta il premio Nobel per la Pace assegnato alla giovane attivista yazida.
Pia Locatelli, nel 2016, quando era Presidente del Comitato Diritti umani della Camera dei deputati, ha proposto ai membri del Comitato diritti umani di presentare una mozione in cui si chiedeva al Governo italiano di farsi promotore delle richieste della giovane irachena, fuggita dopo tre mesi di prigionia e di stupri nelle mani dei miliziani dell’Isis, ovvero per supportare i sopravvissuti al genocidio e alle persecuzioni esercitate dall’Isis contro questa minoranza etnico-religiosa.
Oggi il premio Nobel per la Pace 2018 è stato assegnato a Nadia Murad insieme a Denis Mukwege “per i loro sforzi per mettere fine alle violenze sessuali nei conflitti armati e nelle guerre”.
Nell’ottobre 2016 la venticinquenne vinse il Premio Sakharov per la libertà di pensiero, il più importante riconoscimento per i diritti umani in Europa assegnato dal Parlamento europeo.
“Non è la prima volta che conosco donne coraggiose – spiega la socialista Pia Locatelli – anche Shirin Ebadi, premio Nobel nel 2003, è tra le donne che sono orgogliosa di aver sostenuto e fatto conoscere”

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento