domenica, 18 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Vibo Valentia. Psi: il piano spiaggia mai portato ad esecuzione
Pubblicato il 24-10-2018


Laria e Tomaselli Psi

Domenico Laria e Domenico Tomaselli

“Apprendiamo dagli organi di stampa locale, cartacei e on line, il monito della Lega circa un certo lassismo sui piani spiaggia di Ricadi e Tropea e sulla mancanza di programmazione da addebitare alla burocrazia. È doverosa una precisazione pur condividendo lo stato di amarezza e lo sfogo circa il degrado, l’incuria e la mancanza di idee e progetti che incidono negativamente, soprattutto, sullo sviluppo del territorio e sui nostri figli”. Sono queste le parole dei due socialisti Domenico Laria e Domenico Tomaselli, il primo nella qualità di referente cittadino Psi per Ricadi ci tiene a precisare a Roberto Incoronato, coordinatore Lega di Ricadi (VV) e membro del direttivo provinciale Lega di Vibo Valentia, alcuni dettagli, non trascurabili circa la situazione del Comune di Ricadi. “Caro Roberto – scrive Laria – nel febbraio 2010, l’allora Sindaco di Ricadi, Laria, portava in discussione in Consiglio Comunale il redatto Piano Spiaggia che, dopo ampia discussione ed integrazioni suggerite anche da imprenditori turistici presenti in aula, veniva approvato all’unanimità. Nessuno ne parla e nessuna amministrazione l’ha mai portato ad esecuzione ignorandolo. Inoltre, a fine febbraio- marzo 2010 venivano portate in discussione in Consiglio Comunale le linee programmatiche relative al P.S.C. (ex Piano Regolatore) approvato a maggioranza col voto contrario dell’opposizione che, stranamente, lo rivotava appena un anno dopo su proposta del Sindaco Giuliano. Mistero o stravolgimento del P.S.C. del Sindaco Laria?”.

E ancora: “Il regolamento per l’autorizzazione agli scarichi, valido per tutte le unità abitative del Comune, giace ancora nei cassetti dell’U.T.C., perché nessuna amministrazione successiva si è posta il problema di metterlo in atto, nonostante la proposta dell’amministrazione comunale è stata votata all’unanimità dal Consiglio Comunale?”.

Riguardo alla progettualità: Parco Marino, Parco naturalistico di Capo Vaticano, osservatorio sul Turismo e Agricoltura, osservatorio su Parco marino, Progetto Erosione Costiera NICOTERA-BRIATICO presentato nel 2010 alla Regione Calabria dal Sindaco Laria, ricostruzione centrale idroelettrica fiumara Ruffa, Progetto sviluppo comprensoriale Ioppolo-Ricadi-Spilinga-Drapia-Tropea-Parghelia-Zambrone-Zaccanopoli. Questi sono alcuni dei progetti rimasti in sospeso, alcune dei quali già finanziati, che nel 2010 a causa di 5 consiglieri di maggioranza e altrettanti 5 di minoranza facendo un “accordo poco chiaro” si sono dimessi il 7.10.2010 lasciando tutto nel dimenticatoio senza spiegare i motivi né in Consiglio Comunale né, soprattutto, ai cittadini ricadesi che li avevano eletti i quali non capendone le ragioni sono rimasti impassibili e della convinzione che la politica sia tutta marcia e che le amministrazioni mancano di progettualità.

Oggi alcuni dimissionari stanno amministrando ancora Ricadi,con quale esito? comunque sotto gli occhi di tutti.

Il giovane socialista Tomaselli conclude dicendo: “Se vogliamo migliorare il territorio dobbiamo guardare avanti ma non possiamo dimenticare il passato e certe verità. La gente ha poca memoria. La politica non è una partita a poker dove chiusa una mano si passa all’altra senza tenere in considerazione la giocata precedente. Ci vuole coerenza nell’agire politico amministrativo diversamente la gente si convince che maggioranza e minoranza siano la stessa cosa e questi sono i risultati. La politica non è una cosa sporca anzi, la politica è un arte nobile che spesso viene sporcata dagli uomini”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento