sabato, 17 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Volley, le Azzurre fanno sognare. Egonu da record
Pubblicato il 19-10-2018


Decisivo il successo 3-2 contro la Cina al termine di un’emozionante tie break. Straordinaria Paola Egonu, topscorer con 45 punti, un record. Coach Mazzanti guarda all’atto finale: “Ricarichiamo le pile, il sogno continua”

egonuYOKOHAMA – L’Italia femminile di volley sta facendo sognare un paese intero. Le azzurre hanno infatti raggiunto la finale mondiale grazie al successo 3-2 sulla Cina al termine di un emozionantissimo tie break, vinto per 17-15. Le ragazze di coach Mazzanti ora si giocheranno l’oro sabato alle 12:40 nell’ultimo atto contro la Serbia.

EGONU DA RECORD – Questo lo score della semifinale contro la nazionale cinese. Parziali: 25-18, 21-25, 25-16, 29-31, 17-15 in favore dell’Italia. Straordinaria prestazione di Paola Egonu, a referto con 45 punti, nuovo record nella storia dei Mondiali. Da notare anche i 23 punti di Miriam Sylla. Una vera battaglia e una sofferenza atroce in panchina per coach Mazzanti: “Le ragazze sono state bravissime a non mollare e a restare in partita, con grandissima determinazione. Non riesco a dare significato a niente in questo momento, ma non riesco a tirare fuori nessuna emozione. Sono concentrato sulla Serbia, il sogno continua”.

APPUNTAMENTO ALLE 12:40 – Già, la Serbia. Avversario tostissimo, unica Nazionale capace di battere le azzurre nelle 12 partite giocate in questa rassegna iridata. Appuntamento alle 12:40 (orario italiano) a Yokohama. Comunque vada per le azzurre sarà medaglia dopo 16 anni, quando arrivò l’oro a Berlino. L’Italia intera, tanto divisa sul piano politico, sarà invece unita nel tifare Egonu e compagne.

Francesco Carci

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento